COLUMBUS DAY, VALIANTE (PD): "ABBATTERE I SIMBOLI NON CAMBIA LA STORIA"

letto 1267 volte
7-valiante1.jpg

"Stupisce l’ondata di revisionismo, che in questi giorni attraversa gli Stati Uniti, al fine di cancellare i monumenti a Cristoforo Colombo, a causa delle sofferenze subite dai nativi americani. Ciò significa delegittimare l’intera impresa europea di esplorazione e trasmigrazione nel Nuovo Mondo". Lo afferma il deputato del Partito Democratico, Simone Valiante, che osserva: "Gli italiani hanno contribuito, nel bene e nel male, a rendere gli USA quel che sono oggi. Ed abbattere determinati simboli non solo non cambia la storia, ma rischia di minare la memoria e l'identità degli italoamericani. Sarebbe più saggio - continua Valiante - moltiplicare i memoriali dedicati ai nativi. Anche perché quest’opera di rimozione della storia non basta a cancellarla. Sarebbe più istruttivo ed utile sforzarsi di conoscerla e comprenderla, per migliorare il presente ed il futuro. Gli Stati Uniti - conclude il deputato dem - rimangono, comunque,  un Paese amico, ma quanto sta accadendo negli USA ed in altri Stati non va sottovalutato".