CENTRO PER L'IMPIEGO, UNA SEDE ANCHE A SAN MARZANO SUL SARNO

La proposta del consigliere comunale Vincenzo Marrazzo: “La Giunta del sindaco Cosimo Annunziata dia un locale dell’Ente in comodato d’uso gratuito all’Ente Provincia. Raggiungere gli attuali uffici di Sarno e Scafati è diventato oneroso per i disoccupati della nostra città”.
letto 1175 volte
vincenzo-marrazzo-consigliere-comunale-san-marzano-sul-sarno-2.jpg

Uno sportello per cercare lavoro a San Marzano sul Sarno. A chiederlo è Vincenzo Marrazzo, consigliere comunale della città del pomodoro, che chiede la presenza in città del Centro per l’Impiego gestito dall’Ente Provincia. “I cittadini marzanese in cerca di un’occupazione devono recarsi presso gli uffici di Scafati o Sarno se vogliono un’informazione sul mercato del lavoro. Una situazione non proprio agevole, viste le note difficoltà per raggiungere anche le città limitrofe vista la carenza di mezzi pubblici”.

Da qui la richiesta alla Provincia di aprire una sede del Centro per l’Impiego a San Marzano sul Sarno, magari attuando una sinergia istituzionale tra Provincia e Comune. “Conosciamo bene le difficoltà economiche in cui versa l’Ente di Palazzo Sant’Agostino e per questo mi auguro che il Comune di San Marzano sul Sarno possa offrire una sede e delle attrezzature per permettere di aprire una sede anche nel nostro territorio. Sarebbe un servizio importante per i nostri giovani, che tra mille difficoltà provano a cercare un posto di lavoro”.

Un’inversione di tendenza, con Marrazzo che chiede l’apertura di un nuovo Centro. “In questo modo si potrebbero sgravare le attuali struttur di Sarno e Scafati, oberate di lavoro e che vedono i dipendenti in difficoltà. Così, i cittadini marzanesi potrebbero contare su un servizio di non poco conto. Il tutto a costo zero, visto che avrebbe sede in locali comunali che eviterebbero di pagare altri fitti all’Ente Provincia”, ha continuato il consigliere comunale. “Mi auguro che la mia proposta possa trovare consensi favorevoli anche tra gli altri esponenti di maggioranza e opposizione. Si tratta di una battaglia che non deve avere colori politici. Il lavoro è la sua ricerca sono fondamentali per i nostri giovani. Dobbiamo sostenerli”.