Scafati: IDV RICOMPATTA LA MAGGIORANZA,I VERDI LA CONTESTANO

All'indomani della riunione tra i partiti di maggioranza, i Verdi polemizzano contro la probabile ricandidatura di Bottoni
letto 1335 volte
tafuroignazio.jpg
<<E’ stata una riunione interlocutoria>>. Così Michele Raviotta ha definito l’incontro serale di lunedì sera tra i partiti di maggioranza. Una riunione che ha visto la partecipazione della Margherita, dello Sdi, dell’Italia dei Valori e di un esponente dell’Udeur, Michele Abenante. Assenti gli esponenti del Partito Democratico...

Vincenzo Somma e Michele Cirillo, convocati dal capogruppo dell’Italia dei Valori Michele Raviotta. Nell’ambito del tavolo di confronto, i partiti hanno ribadito la loro collocazione alle prossime amministrative e riconfermato il supporto al sindaco Francesco Bottoni, soprattutto alla luce delle disposizioni sulla priorità dei sindaci uscenti di fronte ad un’ eventuale ricandidatura. << Nel caso in cui l’attuale sindaco non dovesse essere il candidato del PD – ha detto Raviotta – e la data delle elezioni dovesse slittare in seguito al cambiamento degli scenari politici, non facciamo mistero di voler utilizzare lo strumento delle primarie e magari concorrere ognuno con un proprio candidato. Intanto, sarà nominato un coordinatore cittadino del Partito Democratico. Chi non vorrà seguire la nostra linea, ovvero quella di sostenere l’attuale sindaco, sarà automaticamente fuori dal PD. Tutti i partiti di maggioranza sono concordi nel collocarsi in una posizione di antagonismo verso la sinistra estrema e di dialogare solo con le forze moderate>>. Una posizione netta e al contempo contraddittoria, quella di alcuni partiti come lo Sdi, che, sembrerebbero non conformarsi alla linea nazionale del partito, ad oggi fuori dal PD e dell’Italia dei Valori sempre più lontano dall’apparentamento con il partito di Veltroni. Ancora in bilico, invece, la situazione dell’Udeur che appare sempre più diviso e ancora senza una collocazione chiara ed ufficiale. La risposta della “Sinistra estrema”, di contro, è stata immediata. Di fronte, alla scelta di tali partiti di sostenere Bottoni alle prossime amministrative, il partito dei Verdi, attualmente all’opposizione e componente della Sinistra Arcobaleno ha così dichiarato in un documento fatto circolare proprio ieri mattina: << E’ assurdo pensare che quelli che domani si presenteranno alla città quasi si odiano, ma per un mero accordo elettorale hanno deciso di rimanere insieme per conservare il loro potere. Il nostro compito è smascherare queste persone. Con loro nessuna idea o soluzione di rinnovamento. Conosciamo Bottoni, ed un po’ come tutti i cittadini abbiamo imparato ad apprezzarlo. Riteniamo però che, al di là del fatto che è un buon uomo non ha dimostrato di essere un buon sindaco. Questo gli impedisce di potersi ricandidare, con lui il centro sinistra perderebbe al primo turno, ma in particolar modo perderebbe la città di Scafati. Crediamo che sia arrivato il momento di fare un appello ai giovani – scrive il partito – a quelli disincantati che quasi per moda hanno deciso di non interessarsi della politica e quindi del proprio futuro, dimenticando che le persone a cui hanno delegato le scelte riguardanti il loro avvenire sono vecchi e incompetenti. E’ giunto il momento di alzare la testa e scacciare via i vecchi della politica. Abbiamo sentito nomi in giro che hanno deciso di ricandidarsi che ci hanno sorpreso; abbiamo visto riapparire simboli come la Democrazia Cristiana, che seppur ha fatto la storia oggi rappresenta solo quella>>. I Verdi hanno evidenziato le pecche di un’amministrazione che ha “tentato di svendere la manifattura” e ha “spostato i fondi europei da Scafati a Nocera e non ultimo ha tentato di gestire in modo clientelare il condono”. << E’ per questo che non ci pieghiamo al gioco del PD, invitando quelli che hanno ancora un pizzico di dignità politica a fare altrettanto (…) Bottoni non è il futuro di questa città. La vera novità può essere quella di presentare una sinistra unita al governo di questa città senza compromessi di nessuna natura. Crediamo possibile solo una vera alleanza con tutti quelli che hanno una storia indipendente e competente che faccia ritornare Scafati prima città dell’Agro e che sappia costruire una squadra di governo seria, competente, svecchiata>>. La Sinistra Arcobaleno, nell’arco di questa settimana comunicherà il nome del candidato che intenderà sostenere alle amministrative 2008. Un nome, con molta probabilità noto agli ex diessini e che fa capo all’avv. Giuseppe Vitiello.  Francesca Cutino