Scafati: INCONTRI FREQUENTI TRA LA SINISTRA E NICOLA PESCE

La sinistra scafatese converge su Giuseppe Vitiello. Possibile accordo anche con l'ex sindaco di Scafati. 
letto 1853 volte
vitiellopeppe(1).jpg
I Verdi del capogruppo Alfonso D'Ambruosio e dell'ex assessore all'Urbanistica Ignazio Tafuro provano a riunire la Sinistra scafatese coinvolgendo nella discussione l'avvocato Giuseppe Vitiello in lizza come primo cittadino per la corrente Ds contraria al sindaco e l'ex sindaco di Scafati Nicola Pesce esponente di punta della Costituente Riformista.

Pesce e Vitiello con Ignazio Tafuro e Alfonso D'Ambruosio in questi mesi si son visti numerose volte e con l'avvicinarsi delle elezioni amministrative i loro incontri si son fatti sempre più frequenti. L'ultimo incontro in ordine di tempo domenica pomeriggio in un noto bar di Pompei. Sul tavolo della discussione la riunificazione della Sinistra Scafatese sotto l'egida del progetto unitario del riformismo di sinistra. Ovvio che dietro le parole si cela la speranza di far convergere in un unico candidato sindaco, nella fattispecie Giuseppe Vitiello, tutti i voti della corrente di sinistra che non vede, e nemmeno accetta Francesco Bottoni come candidato del Partito Democratico. Perché se è vero che il segretario nazionale del Partito Democratico Walter Veltroni ha dichiarato che i sindaci uscenti son ricancandidati naturalmente per il Partito Democratico è anche vero che l'80% dei delegati scafatesi del Pd non appoggerebbero il primo cittadino. Ecco quindi che la ricandidatura di Bottoni a Scafati sarebbe vista più come una naturale prassi politica che come avente un fondamento reale. La vera decisione spetterebbe alle segreterie locali .E nella componente scafatese del Pd il primo cittadino non avrebbe la maggioranza. Indiscrezioni vorrebbero infatti che su 19 componenti del Pd 14 sarebbero contrari al sindaco in carica,2 favorevoli e 3 in attesi di altri responsi. Sempre da Sinistra si ricorda che esiste una mozione congressuale del Pd che stabilisce che se il 30 % dei delegati del partito a livello locale non accetta la decisione della ricandidatura del sindaco la decisione non è valida ed è tutto da rifare. Durante gli incontri tra Vitiello, i Verdi e Pesce non si è ancora deciso su chi far convergere i voti. In pole position ci sarebbe l'avvocato Vitiello. Su questo Pesce si è dimostrato molto possibilista e anche disposto a metter da parte le sue velleità a patto però di esser sicuro di trovarsi in una coalizione vincente. Nicola Sposato