Scafati: IDV CONVOCA I PARTITI DI MAGGIORANZA PER DIALOGARE

Questa sera l'incontro chiarificatorio con Sdi, Udeur e parte del PD
letto 1281 volte
micheleraviotta[1](1).jpg
Ancora pochi nodi e la matassa politica per le prossime amministrative potrà sciogliersi una volta per tutte. Questa sera, un incontro atteso, l’ultimo tra tutti i partiti dell’attuale maggioranza. A convocare il tavolo di confronto è stato il capogruppo dell’Italia dei Valori Michele Raviotta intenzionato a suggellare un accordo tra i partiti sostenitori di Francesco Bottoni e smascherare i presunti “traditori”.

Alla riunione saranno quindi presenti l’Italia dei Valori appunto, lo Sdi, l’Udeur e parte del Partito Democratico. Un incontro interlocutorio che potrà chiarire le idee a molti sulla futura collocazione del partito del Campanile per le prossime amministrative. Il nome di Corrado Scarlato quale presunto candidato a sindaco dell’Udeur, infatti, non ha ancora ottenuto ufficializzazione anche alla luce del presunto apparentamento che quest’ultimo starebbe cercando con il centro-destra. I rappresentanti dello Sdi, invece, dopo la sottoscrizione del documento congiunto che riproponeva l’attuale sindaco alle amministrative di primavera, prenderanno parte all’incontro avendo le idee già chiare, sebbene in controtendenza con l’IdV e l’Udeur, partiti più centristi, hanno lasciato intendere di non disdegnare le forze della sinistra estrema, probabilmente pensando ad una più facile vittoria. Il discorso sul Partito Democratico, invece, sembra ridursi a soli due esponenti del PD, Michele Cirillo e Vincenzo Somma, secondo Raviotta più aperti ad una discussione. La restante parte del neonato partito, quella facente capo alle due sezioni degli ex diessini, “G. Di Vittorio” ed “E. Berlinguer”, ha infatti, più volte ribadito la sua ostilità verso il sindaco Bottoni confermando in più sedi il supporto all’avv. Giuseppe Vitiello. Mentre, quindi, Francesco Bottoni è stato nominato dai vertici il candidato del PD alla luce delle dichiarazioni di Veltroni sulle priorità dei sindaci uscenti, Vitiello, risulterebbe il candidato del partito scafatese. In vista di una campagna elettorale estremamente difficoltosa, soprattutto in previsione dell’ accavallarsi del voto locale a quello nazionale, il centro-sinistra si difende e cerca di trovare una soluzione. Almeno è quanto si tenterà di fare questa sera. << Nell’ipotesi in cui le elezioni dovessero essere rinviate all’anno prossimo – ha detto Raviotta – sarò il primo a concorrere per la primarie come candidato a sindaco. La semplificazione della scelta, però, ci è stata data dall’alto, per questo sono pronto a fare un passo in dietro per sostenere Francesco Bottoni. Non abbiamo nessuna intenzione di dialogare con la sinistra estrema, mentre stiamo mettendo in campo dei ragionamenti con il PD>>. Un ultimo tentativo quello del capogruppo dell’IdV, che ha voluto lanciare un appello a tutte le forze che entreranno in campo per le prossime amministrative. <<Invito i vari partiti – ha detto – ad evitare di comporre delle liste di candidati sulla base della quantità. Ho notato che alcuni candidati al consiglio comunali sono stati rinviati a giudizio e hanno avuto trascorsi non proprio edificanti con la legge. E’ una vergogna se si pensa che molti andranno a governare la nostra città>>. Francesca Cutino