Scafati: UDEUR AL BIVIO: CENTRO-DESTRA O CENTRO'

Il vicesindaco Antonio Mariniello :”<<Mai in discussione l' anima centrista del partito. Diciamo no solo ai radicalismi della Sinistra. Se il sindaco di Scafati Francesco Bottoni non dovesse rispecchiare le nostre idee centriste il c
letto 1309 volte
antoniomariniello[1](1).gif
Sara il congresso nazionale dei Popolari Udeur che si terrà sabato 9 Febbraio al palazzetto dello sport di Arpaise (Bn) a stabilire la linea politica del partito di Clemente Mastella sia a livello nazionale che a i livello regionale e locale...

Nel frattempo tutti gli occhi son puntati sulla collocazione futura del partito ad un bivio tra il centro-destra e una collocazione più centrista. Occhi puntati quindi anche sulle realtà localistiche come Scafati dove il partito è parte fondamentale dell' amministrazione di centrosinistra. Son ormai passati circa due anni da quando proprio l' Udeur e l' Idv all' epoca all' opposizione salvarono l' amministrazione cittadina da un sicuro commissariamento con il passaggio dei Democratici di Sinistra all' opposizione. Dottore Mariniello quali scenari potrebbero realizzarsi dopo il congresso? Penso che l' argomento vada affrontato sia a livello nazionale che a livello locale. Tutto lascia prevedere che il Campanile a livello nazionale abbandoni il centrosinistra per collocarsi, pur in una idea forte di centro, nel centrodestra. E' ormai elemento acclarato che da soli non possiamo vincere le elezioni per cui la collocazione va sempre intesa nell' ambito di una coalizione.  Dalle scelte nazionali dipenderanno poi anche le scelte locali ? Una volta ascoltato la relazione del presidente Mastella starà ai livelli regionali, provinciali e locali stabilire se aderire o meno alle direttive nazionali. Ovvio che potremo perdere dei pezzi nella consapevolezza che siamo ad un passaggio cruciale. Rimarremo sempre fedeli alla nostra linea di centro nell' ambito della coalizione qualsiasi sia la nostra decisione.  Le elezioni si avvicinano e la gente è desiderosa di sapere a Scafati se l' Udeur appoggerà il sindaco uscente Francesco Bottoni . Abbiamo agito all' epoca nell' interesse della città di Scafati nella consapevolezza totale che un commissariamento sarebbe stato assolutamente deleterio per la città. Attendiamo di conoscere sia la linea nazionale stabilita dal congresso che  l' ufficializzazione, se ci sarà, di Francesco Bottoni come candidato ufficiale del Partito Democratico in qualità di sindaco uscente. Quindi ? Quindi ascolteremo il programma del primo cittadino e da lui vorremmo sapere se ci sarà l' ingresso della corrente di sinistra radicale nell' amministrazione. In questo momento siamo per un no deciso solo di fronte all' ingresso della componente di Sinistra e della Sinistra Radicale in amministrazione. Laddove il programma del sindaco dovesse rispecchiare le nostre idee di centro con un crono programma preciso di impegni con gli elettori staremmo al fianco del sindaco. Altrimenti? Altrimenti l' Udeur appoggerà il candidato sindaco Corrado Scarlato presidente della Scafatese Calcio in una idea fortemente centrista per l' amministrazione della città di Scafati .

Dottore Mariniello perché un veto alla coalizione della Sinistra Radicale e della Sinistra in Generale ?  Il nostro ingresso in amministrazione fu il frutto delle dimissioni del sindaco con un grave empasse generato dalla fuoriuscita dei Ds dall' amministrazione. Abbiamo lavorato da circa due anni a questa parte portando a termine programmi e progetti che giacevano da anni fermi. Molto resta da fare ma penso all' attuazione del piano di insediamenti produttivi,alla conclusione della vicenda giudiziaria della Copmes come alla conclusione del contenzioso idrico. Scafati non è città in emergenza rifiuti perché abbiamo puntato sulla differenziata. Ai denigratori ed agli oppositori che non vedono in questi risultati la presenza dell' amministrazione ma il semplice compimento di atti cominciati con le passate amministrazioni dico che questa è la Politica e questa è l' alternanza politica voluta dagli elettori. In città è forte il sentimento di avanzata del centro destra. Come considera lei proveniente dall' opposizione oggi in maggioranza questa avanzata? Penso che il sistema politico maggioritario che ha premiato il centro sinistra a Scafati con circa 15 anni di amministrazione determini per sua natura la voglia di cambiamento. Una voglia forte che si ritrova oggi nell' entusiasmo della gente verso il centrodestra. Devo però anche dire che in questi anni la politica di centro destra è stata troppo spesso caratterizzata dalla denuncia e dalla denigrazione senza però portare sul piano della proposta concreta iniziative.  Nicola Sposato