LAVORO, DI SCALA (FI): CONCORSO EAV PER MOLTI MA NON PER TUTTI

letto 128 volte
5-foto-m-g-di-scala.jpg

Siamo sicuri che i diplomati col massimo dei voti guidino o aggiustino gli autobus Eav meglio di chi ha conseguito il diploma con 70/100? Non ci giurerei”. Lo afferma, commentando gli annunciati criteri di selezione del bando di concorso per gli aspiranti dipendenti Eav la Consigliera regionale campana di Forza Italia, Consigliere Segretario della Commissione regionale Trasporti, Maria Grazia Di Scala per la quale “il principio del ‘per molti ma non per tutti’, può andare bene per la scelta di uno chardonnay ma non certo per una selezione pubblica”.

Il timore – aggiunge – è che i requisiti richiesti da Eav servano più all’azienda in quanto tale che al servizio di trasporto pubblico: in linea di principio, infatti, le selezioni dovrebbero essere tanto più efficaci quanto più partecipate”. “Ma la questione è anche di opportunità di lavoro per tutti. Per questo, anche volendo scongiurare eventuali ricorsi e contenziosi, auspichiamo, soprattutto per gli operatori di esercizio, un ravvedimento,  un significativo ampliamento della platea di concorso per chi, pur avendo tutti i requisiti ordinari per parteciparvi, è stato di fatto escluso”, conclude l’esponente di Forza Italia.