LAVORO, CESARO (FI): SOLO CAMPANIA NON CRESCE, SERVONO MISURE STRAORDINARIE MA 5 STELLE PENSANO A REDDITO CITTADINANZA

letto 40 volte
44-armando-cesaro.jpg

Cresce l’occupazione al Sud, tranne che in Campania e in Basilicata. I dati Istat diffusi oggi sono impietosi e testimoniano l’inconsistenza e il totale fallimento delle presunte politiche del lavoro del governo regionale e di quelli nazionali degli ultimi anni”. Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.

In questo scenario drammatico, nel quale non una sola risposta concreta in oltre tre anni di legislatura è pervenuta dalla giunta De Luca mentre quella a 5 stelle del reddito di cittadinanza fa a dir poco indignare, non si capisce cosa aspetti il governo ad attuare immediatamente misure straordinarie per scuotere una volta e per tutte il mercato del lavoro, soprattutto per i giovani”.

Per Cesaro “servono Interventi urgenti che mettano le imprese in condizione di trovare davvero conveniente investire in competitività e assumere, che liberino il mercato dall’asfissia di una burocrazia sempre più invasiva e soffocante, che garantiscano quelle infrastrutture materiali e immateriali indispensabili a chi voglia fare impresa e competere in un mercato sempre più aggressivo e globale”.

Con la defiscalizzazione per almeno 5 anni per chi assume abbiamo proposto l’introduzione, nell’ambito di un patto generazionale, delle quote giovani nei concorsi pubblici ma forse, visti gli attuali assetti di potere, servirebbe più di ogni altra cosa cambiare registro”, conclude Cesaro.