COVID, PATRIARCA (F.I.): NO A CHIUSURA OSPEDALE SORRENTO. IL CAPOGRUPPO REGIONALE: ASL INTERVENGA, CALPESTATO DIRITTO ALLA SALUTE

letto 80 volte
10-annarita-patriarca.jpg

«La penisola sorrentina non può vedere sacrificato il diritto alla salute con la chiusura del reparto di rianimazione dell'ospedale di Sorrento né permettere una riduzione dei servizi sanitari sul territorio. La Regione Campania e l'Asl Na3 hanno il dovere di intervenire immediatamente per ripristinare l'agibilità di un presidio ospedaliero di rilievo per il comprensorio costiero».

A dirlo è il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Annarita Patriarca.

«La situazione di emergenza, determinata dal Covid, non può portare a ulteriori stravolgimenti degli assetti sanitari dei territori – ha aggiunto –. A maggior ragione se sono provocati non da situazioni impreviste ma da croniche mancanze di personale che avrebbero potuto, nel tempo, essere risolte con un minimo di organizzazione e di buona volontà».

«Confido che la Regione Campania e l'Asl di competenza, anche alla luce delle sollecitazioni provenienti dal consiglio comunale di Sorrento, riescano a mobilitarsi nel più breve tempo possibile per riaprire il reparto di rianimazione e per garantire il diritto alla salute ai cittadini dell'intero circondario. In caso contrario, siamo pronti a schierarci al fianco dei cittadini della penisola per intraprendere tutte le iniziative necessarie».