TURISMO, IANNONE (FdI): TARGHE ALTERNE IN COSTIERA AMALFITANA' INTERROGAZIONE AL MINISTRO GIOVANNINI, PENALIZZERA' STRANIERI

letto 220 volte
amalfitana-costiera-amalfitana-traffico-840x480-1.webp

"La decisione dell'Anas di introdurre per la Costiera amalfitana il provvedimento delle targhe alterne è grave e per questo presenterò subito un'interrogazione al ministro Giovannini affinchè sia fatta chiarezza. Una scelta che arriva in ritardo, senza alcun preavviso e che sia stata data la possibilità al territorio di organizzarsi. Infatti, la tempistica suggerisce che non si sia stati in grado di organizzare per tempo una mobilità capace di accogliere un flusso turistico di cui si sapeva benissimo che sarebbe stato più intenso rispetto agli anni scorsi. Nella Costiera amalfitana le carenze della mobilità rappresentano un problema atavico, ma sia il governo nazionale e sia quello degli Enti Locali anzichè offrire soluzioni innovative hanno preferito guardare al passato, ad un provvedimento vecchio, fuori dal tempo, e che porterà soltanto ulteriori problemi al turismo. In particolare a quello straniero che giunto in provincia di Salerno scoprirà di non potersi recare liberamente in Costiera. Ecco, le targhe alterne saranno un grave danno all'immagine della Regione e in particolare della Costiera amalfitana, che è la 'Ferrari' del turismo italiano".
Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania.