CAMPANIA, IANNONE (FdI): CONTINUA ABBANDONO PARCO NAZIONALE VESUVIO VITTIMA DI MALAGESTIONE E LOGICHE DI POTERE. DA DUE ANNI MIA INTERROGAZIONE SENZA RISPOSTA

letto 39 volte
7-fdi-iannone-antonio.jpg

"Sono anni che denuncio il totale abbandono in cui versa il Parco Nazionale del Vesuvio, frutto di anni di malagestione e delle logiche di potere tutte interne al centrosinistra ed agli uomini del presidente De Luca. Risale, infatti, a due anni fa una mia interrogazione parlamentare al Ministero dell'Ambiente in cui denunciavo quanto il Parco sia diventata terra di nessuno, al punto che senza alcuna autorizzazione furono resi permanenti una staccionata, due tornelli e un piccolo fabbricato in legno per cui il Comune di Ercolano aveva dato un semplice permesso temporaneo. Il tutto con gravi conseguenze per i turisti sia sul piano del costo del biglietto, che aumentò, e sia su quello dell'afflusso dei visitatori che ne risultò limitato. A questa interrogazione attendo ancora una risposta, e sono trascorsi due anni. Adesso le notizie di bagarini, prezzi maggiorati dei biglietti e disservizi come l'impossibilità di acquisto online dei tagliandi di ingresso, il tutto a conferma di una gestione fallimentare. Una situazione inaccettabile per quello che è un simbolo di Napoli e dell'intera Regione".

Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, commissario regionale in Campania per FdI.