SANT'ANTONIO ABATE, ELEZIONI: NICOLA MECURIO IN VISITA AD ANTONINO D'AURIA PER RAQSSICURARSI DI PERSONA SULLE SUE CONDIZIONI DI SALUTE

letto 2268 volte
3-nicola-mercurio2.jpg

Il primo pensiero di Nicola Mercurio, ormai ufficialmente candidato sindaco per il Comune di Sant’Antonio Abate, è stata la visita all’ospedale di Castellammare di Stabia ad Antonino D’Auria, rimasto fuori dalla competizione elettorale a causa di un malore sopraggiunto proprio nei giorni vicini alla presentazione delle candidature, i giorni decisivi per le strategie politiche del paese. In visita all’ex sindaco D’Auria più come amico che come candidato sindaco, Mercurio dichiara:

Ho voluto sincerarmi di persona della salute di Antonino D’Auria, la competizione elettorale con la sua presenza sarebbe stata ancora più avvincente. Sono contento di trovarlo in buona forma e spero che al più presto torni tra le strade del paese per poter condividere con lui il progetto di alternativa a questa amministrazione fallimentare”.

Rispetto all’esiguità delle candidature a sindaco Mercurio aggiunge: “Lo scenario politico creatosi a Sant’Antonio Abate ci mette di fronte una realtà surreale con solo tre candidature a sindaco per un comune di 20.000 abitanti, si pensi che solo nella vicina Santa Maria la Carità ci sono più candidati per la metà dei cittadini e seppure ciò è dettato da un lato da un diffuso allontanamento dalla politica, dall’altro ritengo sia il risultato della politica arrogante e prepotente dell’attuale amministrazione che ha visto compattarsi dalla loro parte tutti i poteri forti di Sant’Antonio Abate”.

Ma ancora in coerenza con la politica di apertura fino ad ora perseguita, rispetto ai tanti rimasti fuori dalle liste per diversi motivi, aggiunge “siamo aperti ad accogliere le loro istanze, facendo il possibile per farli sentire rappresentati”; e termina “non ci faremo spaventare, andremo avanti spediti, noi abbiamo avuto il coraggio di costruire il primo tassello del cambiamento, mi auguro che lo stesso coraggio lo abbiano i cittadini di Sant’Antonio Abate per voltare davvero pagina e dare la possibilità di cambiamento al paese”.