SANT'ANTONIO ABATE, ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014, IL CANDIDATO SINDACO NICOLA MERCURIO INVITA IL PRESIDENTE DELLA GORI PER RISOLVERE QUESTIONI TERRITORIALI

letto 2412 volte
mercuriosidisseta.jpg

In attesa che si definisca la possibilità da parte dei comuni di uscire o meno dalla Gori, si è svolto ieri l’incontro a Sant’Antonio Abate tra il Presidente della Gori Amedeo Laboccetta e Nicola Mercurio. Hanno discusso soprattutto della questione del caro-bolletta dell’acqua e di alcune problematiche sulla rete fognaria rispetto alla competenza della Gori.

L’invito è partito da Nicola Mercurio dopo la sollecitazione da parte del consigliere Giuseppe Staiano perché finalmente si possa adeguare il sistema fognario di tutta la città, permettendo allacci alla rete anche a quelle strade ancora prive di rete fognaria.

Immediato l’interessamento del Presidente Laboccetta che attiverà ogni mezzo nelle competenze della Gori per poter rispondere alle richieste del territorio. Molto soddisfatto Mercurio per il sollecito apporto che gli viene ogni qualvolta rivolge richieste ai suoi canali politici e istituzionali e dichiara: “Ringrazio il presidente della Gori per essere corso più che venuto a Sant’Antonio Abate, è questa l’unica maniera che ritengo possibile nell’amministrazione di un territorio comunale”.

Nello stesso incontro Amedeo Laboccetta ha esposto l’opportunità che hanno le famiglie meno abbienti, in particolate per coloro che hanno un reddito ISEE non superiore a 7000 euro l’anno, di non pagare assolutamente l’acqua, per un consumo fino a 25.000 litri ogni trimestre. “Una seria amministrazione comunale deve agire per il bene comune – aggiunge Mercurio – farsi promotrice per i suoi cittadini di tali opportunità. Informazioni del genere vanno innanzitutto recepite per poi diffonderle in maniera capillare sul territorio. Anche se forti sono le mie perplessità sulle capacità di reperire tali informazioni da parte dell’amministrazione Varone”.

Sul sito www.nicolamercurio.it è stata pubblicata la modulistica per usufruire dello sgravio.