DALLA MUSICA CLASSICA UN MESSAGGIO DI SPERANZA E DI RINASCITA. LA NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI DI NAPOLI, DIRETTA DAL MAESTRO ALFONSO TODISCO, ESEGUE A ROMA IL "CONCERTO PER LA RICORRENZA DI SAN BENEDETTO PATRONO D'EUROPA"

letto 114 volte
concerto3.jpg

Dalla musica classica un messaggio di speranza e di rinascita, dopo i mesi difficili della pandemia: vuole essere soprattutto questo il “Concerto per la ricorrenza di San Benedetto Patrono d’Europa” che eseguirà la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, diretta nell’occasione dal Maestro Alfonso Todisco, già fondatore e attualmente direttore dell’Artemus Ensemble di Pompei.

Anche la location prescelta per l’esibizione è altamente simbolica per il messaggio che si intende lanciare: il concerto, a ingresso completamente gratuito, è infatti in programma a Roma, nella splendida cornice del Pantheon, domenica 11 luglio 2021, alle ore 19,30.

L’evento sarà anche l’occasione per ascoltare dal vivo una grande prima assoluta: la Nuova Orchestra Scarlatti, infatti, eseguirà anche “Mythos”, del compositore Pericle Odierna, Globo d’Oro 2020 per la colonna sonora di “Picciridda”.

«Si  tratta – spiega il Maestro Todisco – di un brano epico, ispirato al Pantheon, espressione massima della gloria di Roma. È una sinfonia festosa, brillante, che con il suo "Allegro con brio" finale trasmette tanta energia e positività».

Il programma della serata è molto ricco e articolato, pensato proprio per portare una ventata di positività e di ottimismo. Si apre “Le ultime sette parole di Cristo in Croce” di J. Haydn; seguirà la sinfonia n. 7 di L. v. Beethoven.

«È una sinfonia festosa che esprime energia, brio e positività» riprende il Maestro  Todisco, che aggiunge: «Una scelta questa, finalizzata a lanciare un messaggio di rinascita, di ripresa dopo un lungo periodo che ha messo tutti a dura prova».

Il concerto proseguirà con “Mythos” di Odierna per poi concludersi con “l’Ave Maria” di Astor Piazzolla, per rendere omaggio al grande compositore argentino, nel centenario della sua nascita.

«Per me – conclude il maestro Todisco – sarà un vero onore dirigere in questa occasione la “Nuova Orchestra Scarlatti”: un pezzo di storia di Napoli, con quasi trent’ anni di esperienza».