US SCAFATESE CALCIO, BELLA VITTORIA ESTERNA CONTRO IL MASSA LUBRENSE PER 4-1

letto 1610 volte
1-cibele.jpg

Una vigilia del match in cui ci si attendeva una reazione da parte della squadra, dopo lo stop in casa, primo della stagione, contro l’FC Sorrento. Qualora ce ne fosse bisogno, la squadra ha avuto una grandissima reazione di orgoglio e carattere calando un bel poker in quel di Massa Lubrense, nonostante la gara non si fosse messa nel migliore dei modi, anzi. Ad avvalorare il successo è stata la mini-rivoluzione del tecnico Amarante che propone Sgueglia, Paragallo, Cibele e Manzo dal primo minuto, non solo, arriva anche il nuovo assetto tattico,4-3-3; alla fine, come si dice nel calcio, avrà ragione lui.

Partenza da brividi, in tema con halloween: dopo 40 secondi dal fischio d’inizio Veniero sfonda a sinistra, palla in area per Lauro che grazie alle lunghe leve aggira il capitano e la deposita nel sacco, tra l’incredulità dello stesso Cirillo e company.

La “mazzata” è pesante ma arriva la miglior risposta che ci si attendesse: Ferrauto entra in area da sinistra e viene atterrato dall’avversario, penalty. Cibele (nella foto) va dagli undici metri, l’esecuzione è la stessa di Del Grande sette giorni prima, stavolta però c’è la respinta vincente dello stesso numero 10 gialloblu, pareggio confezionato. Passano dieci minuti, quando gli ospiti prendono possesso del pallino di gioco grazie a Della Femina che sale in cattedra sgusciando via a sinistra, scaltro nella spallata regolare rifilata all’avversario, rasoterra in area per l’onnipresente Maione, conclusione di prima intenzione che ribalta lo score. Prima della chiusura il Massa prova ad impostare, ma sempre lui, la “tempesta” Maione ruba palla al difensore avversario e con un bel tiro di sinistro sigla l’1 - 3 che stende i padroni di casa, si chiudono cosi i primi 45 minuti.

Nella ripresa l’US scende in campo ancora affamata, fame che si concretizza già due minuti dopo il fischio d’inizio: Avino punta l’avversario, da dietro s’inserisce Cibele, filtrante perfetto del mediano gialloblu, “Robin Hood” con la casacca numero 10 carica l’arco e lascia partire la “freccia”, seconda sua personale e poker servito. La gara in termini agonistici subisce un brusco calo: troppo violenta la reazione degli ospiti, tramortita la squadra costiera. Girandola di cambi da una parte e dall’altra con i neo entrati Del Grande e Scognamiglio che potrebbero allungare lo score ma non vi riescono.

Riprende dunque, la marcia dei ragazzi di Amarante con un risultato che da autostima e consapevolezza dei propri mezzi. Adesso massima concentrazione per il delicato match casalingo contro la concorrente Ebolitana, ancora una volta un test. E come diceva Eduardo, oggi 31 Ottobre ne cade la commemorazione: “Gli esami non finiscono mai”.

A fine gara grande entusiasmo nell’ambiente gialloblu. Un risultato che da grande autostima soprattutto perché conquistato sfruttando quasi l’intera rosa a disposizione di Amarante (nella foto sotto) che si gode il momento:

Nonostante la partenza con l’handicap abbiamo avuto un ottima reazione con una grande prestazione per l’intero primo tempo. Sono molto soddisfatto per la prova positiva dei nuovi innesti titolari, questo vuol dire che posso contare su tutti. Questa era una gra-trappola e noi ce ne siamo usciti alla grande. Il 4-3-3? Ne vedremo degli altri, a me piace cambiare anche per dare loro la possibilità di sfruttare al massimo le potenzialità. Grazie alla rosa allestita dalla società e all’ottima sinergia fra me, i calciatori e la dirigenza stiamo facendo un ottimo lavoro e dobbiamo continuare così

MASSALUBRENSE - US SCAFATESE 1-4

MARCATORI: 40’’ Lauro (ML), 12’ e 47’ Cibele (US), 23’ e 43’ Maione (US)

MASSA LUBRENSE (3-5-2): Fiorentino P.; Malafronte (22’ Valestra), Buonomo, Siniscalchi; Vanacore, Vinaccia, Altieri, Veniero, Breglia; Arcobelli, Lauro. A disposizione: Iaccarino, Fiorentino A. R., Apreda E., Cacace, Gargiulo, Apreda F. All. Federico Cuomo

US SCAFATESE (4-3-3): Gallo; Sgueglia (46’ Matrone), Cirillo, Paragallo, Ferrauto; Della Femina, Maio, Avino (23’ Scognamiglio); Manzo, Maione (63’ Del Grande), Cibele. A disposizione: Francavilla, Tortora, Romano, Mandica. All. Antonino Amarante

ARBITRO: Ambrosino di Torre del Greco Assistenti: Izzo e Palomba di Torre del Greco

NOTE: Ammoniti: Altieri, Vinaccia, Vanacore, Veniero, Lauro, Breglia  (ML), Sgueglia (US). Corner: 9 - 6. Recuperi: 2’pt, 3’st. Spettatori: 200 circa. Al 52’ allontanato dalla panchina il massaggiatore della squadra locale