Folgore Basket: LA B2 NON E' LONTANA

letto 2451 volte
polisportivafolgore(6).gif
essun rammarico, tanta voglia di ripartire, soddisfazione per aver creato qualcosa di importante. All’indomani della sconfitta nel primo turno dei play-off per l’accesso alla serie B2 contro Moncada Agrigento, il presidente della Polisportiva Folgore, l’avvocato Ciro Esposito, tira le somme della stagione della Condor Ponteggi Folgore. I giudizi del numero uno di casa Folgore sono estremamente positivi... <<Abbiamo posto le basi per un radioso futuro – dice il presidente Esposito – perché credo che, pur eliminati in questi spareggi, abbiamo disputato un ottimo campionato sotto tanti punti di vista. L’intero movimento cestistico è cresciuto notevolmente accanto al nome della Polisportiva Folgore. La prima squadra si è comportata in modo egregio nella fase regolare, molte compagini giovanili si sono distinte per risultati e sportività, il mini basket ha aumentato il numero degli iscritti, con picchi altissimi nella città di Pagani. C’è stato un buon seguito di pubblico, tutto lo staff della Polisportiva ha lavorato egregiamente. Insomma, come non essere soddisfatti>>. Non passa in secondo piano però l’eliminazione con Agrigento. Un esperto della palla a spicchi, qual è Ciro Esposito, non può non soffermarsi anche sull’aspetto tecnico del doppio confronto. <<Abbiamo sciupato una grande occasione nella prima partita tra le mura amiche – continua il presidente – perdendo di misura un match che si poteva vincere. Avessimo avuto Luca Colombo, forse la sfida sarebbe stata più equilibrata. Bisogna altresì ammettere che Agrigento ha dimostrato di avere un roster eccellente, che nulla ha a che vedere con questa categoria, che può tranquillamente arrivare fino in fondo. Comunque, mi fa piacere per Totò Moncada (presidente di Agrigento, ndr) che non solo è un dirigente di prim’ordine, ma al quale mi legano momenti di forte amicizia, anzi un rapporto che va anche al di là della stessa amicizia. Auguro ad Agrigento le migliori fortune, così come alla Pallacanestro Sarno di un altro amico quale Nello Renzullo>>. E i programmi futuri? Le ambizioni ci sono, l’intento è quello di costruire una Folgore sempre più forte. <<Con Gino Dello Iacono le idee collimano e sono molto chiare – conclude Ciro Esposito – con qualche ritocco importante, rinforzi di un certo rilievo, speriamo di inserirci nella lotta per vincere il campionato e approdare in serie B>>. La delusione c’è, ma fino a un certo punto. In casa Folgore si pensa già al futuro e a nuove conquiste.