POLISPORTIVA SARNESE - BITONTO 0 – 0

letto 445 volte
sarnese-bitonto-foto-1-.jpg

La Sarnese conquista anche il primo punto stagionale allo Squitieri, dopo Nardò altro 0 a 0 contro il Bitonto. Un pari importante contro una delle favorite del campionato e secondo risultato utile consecutivo. Mister Cusano per la gara contro i pugliesi vuole osare e gioca con tre attaccanti, dentro dal primo minuto Cacciottolo a concludere il reparto avanzato con Sellitti e Maione. Sulla linea difensiva deve rinunciare a Terracciano, al suo posto Pantano; centrocampo a 3 con Varriale, Sannia e Langella in cabina di regia. Pronti, via si parte. La prima parte della gara non regala grandi emozioni, il Bitonto la mette sulla fisicità per intimorire i giovani granata, ma nonostante tutto non si rendono mai pericolosi. Per vedere il primo vero tiro in porta bisogna attendere il 15' con il Bitonto che ci prova con Biason dal limite sugli sviluppi di un calcio d'angolo ma il tiro è centrale, facile la presa per Mennella. Al 28' ancora Bitonto con Fiorentino direttamente su calcio di punizione, tiro insidioso dalla sinistra, Mennella respinge in angolo. Al 30' la prima bella azione dei pugliesi e vanno vicinissimo al vantaggio, azione partita dai piedi di Biason sulla destra per Padulano in area quest'ultimo serve Zaccaria che prova la botta, Mennella c'è e respinge con i pugni. La Sarnese cerca di reagire ma se da una parte riesce a difendersi bene, dall’altra, in fase di impostazione, sbaglia troppo e così si affida a qualche giocata personale. Al 36' primo tiro dalle parti di Figliola, splendida azione di Sellitti che parte dalla propria metà campo, fa 50 metri di campo palla al piede arriva a limite dell'area e prova la conclusione, ma l’estremo difensore del Bitonto si distende e para. 

Al 47' ancora Sarnese pericolosa con Maione che ci prova dal limite, ma Figliola ancora in tuffo para e si salva. E così con la Sarnese in crescita si va al riposo. 

Nella ripresa la Sarnese cerca di alzare il baricentro e subisce poco, anche se i primi venti minuti sono di marca pugliese. Al 3' il Bitonto ci prova su calcio piazzato di Padulano ma il tiro è telefonato, facile la presa per Mennella. Al 14' retropassaggio di Tortora che diventa un grande assist per Patierno che per poco non ne approfitta, cerca la conclusione con pallonetto a scavalcare Mennella, la palla termina alta sopra la traversa. E così Cusano butta forze fresche in campo dentro Cassata prima e Sorriso dopo e con loro in campo la manovra diventa più vivace e squadra più compatta. Al 17' ancora Patierno ci prova in area ma Mennella para ancora. Al 19', l’azione che potrebbe portare in vantaggio i granata, la più pericolosa del secondo tempo: Varriale lancia Maione che da posizione defilata tenta la botta, ma Figliola respinge e salva la porta pugliese. Al 41' Faccini dal vertice sinistro ci prova con un tiro a giro che sfiora l'incrocio. A tempo scaduto Picci mette il pallone in rete con le mani dopo aver commesso fallo su Mennella, l’arbitro annulla e dopo cinque minuti di recupero fischia la fine della gara. Un punto importante per i granata contro una delle favorite del girone. Dopo il pari con il Nardò arriva un altro pari e zero gol subiti. Squadra in crescita dal punto di vista della solidità difensiva, ma il reparto avanzato si fa ancora attendere così come la vittoria. 

INTERVISTE CUSANO - DIODATI - MENNELLA 

“Dobbiamo provare ad essere più incisivi in fase offensiva, oggi rispetto ad altre gare lo siamo stati. – dichiara mister Pompilio Cusano - Di contro avevamo un avversario considerato quello più in forma fino a questo momento nel girone. Una squadra organizzata, che darà filo da torcere fino alla fine alle grandi del campionato e sono convinto che arriverà in zona play off. Noi abbiamo giocato una buona gara, migliore di quella vista a Nardò, ci è mancato lo spunto vincente, di contro avevamo degli atleti importanti ma noi ci siamo contrapposti bene, abbiamo sofferto poco le loro iniziative. Abbiamo giocato con grande equilibrio, un punto prezioso e importante. Sono estremamente soddisfatto della gara disputata e spero che al più presto riusciamo a conquistare i tre punti”. Nel secondo tempo con l’ingresso in campo di Sorriso la squadra si è espresso bene: “Sorriso ci ha dato maggiore vivacità, è andato bene sui contrasti, è entrato con buona intensità e concentrazione anche nelle ripartenze. Un classe ’99 a cui noi crediamo molto.

“Abbiamo solo rimandato la vittoria. – dichiara il presidente Emilio Diodati - Ho visto una squadra ben messa in campo, volenterosa, abbiamo giocato contro una delle migliori squadre del girone. Abbiamo rischiato pochissimo, non hanno creato delle grandissime occasioni, non ho visto delle grandissime parate da parte del nostro portiere: uno, al massimo due. Sono felicissimo, questo punto non dico che vale quasi quanto i tre punti, ma comunque ci fa capire che ci siamo. Siamo una buona squadra e sono convinto che ci divertiremo fino alla fine. E’ una di quelle partite che si poteva risolvere con l’invenzione di qualcuno che non è arrivata, ma ci ho creduto fino alla fine”. Due punti in quattro gare, un avvio durissimo contro squadre favorite del girone. “Gli addetti ai lavori ci davano zero punti in queste prime quattro gare. Abbiamo conquistato due punti e sono convinto che sono pochi per quanto abbiamo dimostrato: meritavamo di sicuro qualche punto in più. 

“Sapevamo che non era una partita semplice, il Bitonto ha nomi importanti in rosa. – dichiara l’estremo difensore Guido Mennella - Ce l’abbiamo messa tutta, potevamo perdere ma potevamo anche vincerla questa gara. La partita si sarebbe potuta risolvere soltanto con qualche giocata del singolo. Siamo contenti per il punto e speriamo che arriva presto la vittoria. Il calendario non è stato favorevole abbiamo incontrato, nelle prime quattro gare, tre pretendenti al titolo. Meritavamo sicuramente di più, in particolare a Gravina e contro il Taranto in casa, ma va bene così, purtroppo gli episodi e l’inesperienza ci ha penalizzati e non poco.

Polisportiva Sarnese: Mennella, Pantano, Adamo, Sannia, Girardi, Tortora, Varriale (27' st Carginale), Langella, Cacciottolo (13' st Cassata), Sellitti (22' st Sorriso), Maione. A disposizione: Montella, Carginale, Siciliano, Sorriso, Caruso, Muollo, Cassata, Cinque, Evangelista. Allenatore: Pompilio Cusano 

Bitonto: Figliola, Cappellari (24' st Dellino), Montanaro, Biason, Montrone, Di Bari, Zaccaria (24' st Terrevoli), Fiorentino (33' st Faccini), Patierno, Padulano (13' st Picci), Turitto. A disposizione: Vitucci, D'Angelo, Terrevoli, Camporeale, Schena, Lavopa, Dellino, Faccini, Picci. Allenatore: Pizzulli 

Arbitro: Ursini di Pescara 

Note: 400 spettatori circa. Ammoniti: Pantano, Girardi, Carginale, Picci. Recupero: 3' pt - 5' st 

DICHIARAZIONE SU EPISODIO IN CAMPO

In merito all'episodio avvenuto in campo che ha avuto come protagonista, suo malgrado, il medico sociale della Polisportiva Sarnese, i dirigenti della società sportiva dichiarano quanto segue:

Siamo solidali con il medico sociale, un grande e serio professionista, per le gravi provocazioni subite in campo da parte di un giocatore. Siamo convinti che nel calcio episodi di questo tipo non dovrebbero mai avvenire per il rispetto dei valori che sono alla base di questo importante ed aggregante sport. Il dottore Crescenzo è un medico conosciuto e molto ben voluto da tutti, etichettarlo diversamente sarebbe un affronto ai tanti anni di professionalità e correttezza dimostrati sia in campo sportivo che sanitario”.