NAPOLI-SPAL 1-0, UN NAPOLI SPRECONE EVITA LA BEFFA CON DUE PARATONE DI MERET

letto 243 volte
albiol-di-testa-su-angolo.jpg

Albiol segna l'unica rete di testa su angolo, nel recupero Meret con due paratone salva il risultato Una vittoria ottenuta con...Meret, ma quanto ha sprecato il Napoli! Non è possibile che si sprechino occasioni eclatanti come quelle che ha avuto il Napoli. E alla fine si stava verificando anche la beffa, evitata solo con le grandi parate di Meret, che ha dimostrato che è lui il portiere del futuro. Soldi ben spesi dunque. E' la quarta vittoria consecutiva del Napoli che raggiunge quota 41 punti, ad un solo punto dai 42 punti di Sarri lo scorso campionato.

Il Napoli batte la Spal, qualche commentore di Sky ha parlato di sofferenza, vittoria sofferta, ma non è così: solo nei 3 minuti di recupero la Spal ha sparato tutte le sue cartucce e ha tentato di segnare il gol del pareggio, ma a guardia della porta degli azzurri c'era il colpo di mercato del Napoli, Meret, che con le sue parate miracolose ha permesso di raggiungere la vittoria. Intanto, bisogna premettere che la Spal non è una squadra materasso, ma è una squadra ben costruita e molto tecnica, che meriterebbe bel altra posizione in classifica, però, di una cosa siamo certi, si salverà alla grande.

Oggi il Napoli doveva vincere per forza, e grazie alla testa di Albiol così è stato. Vittoria che, purtroppo, ha solo mantenuto le distanze dalla Juve, e aumentato quelle sull'Inter, che ha pareggiato nel recupero col Chievo, e la Roma ha perso contro la JUve per 1-0.

Adesso il Napoli di Ancelotti ha 41 punti in classifica dopo 17 giornate, uno in meno del proprio record che risale all'ultima stagione di Sarri. Contro la Spal di Semplici, ostica, ordinata in difesa e con un calcio propositivo, anche se bloccato dal Napoli (nel primo tempo nessuna parata di Meret e possesso palla stratosferico del Napoli) esattamente come se l'aspettava Ancelotti. L'1-0 del Napoli è arrivato nel recupero del primo tempo, al 46' grazie ad Albiol che di testa batteva il bravo Gomis. Un testata provvidenziale che portava in vantaggio il Napoli, in un primo tempo dominato dal Napoli, ma senza produrre altro che una rete su calcio d'angolo.

E così anche nel secondo tempo, quando le occasioni da rete sono aumentate, ma, o per egoismo o per troppo altruismo, non si è riuscito a segnare il gol della tranquillità, e questo poteva costarci caro perchè la Spal ha avuto due grandi occasioni che solo grazie a Meret non si sono concretizzate.

Una cosa è da rimarcare, rispetto al passato, il Napoli queste partite complicate, ostiche, ha imparato a vincerle. Nel secondo tempo, come abbiamo detto, sono aumentate le occasioni del Napoli, ma nel contempo anche quelle della Spal, che non aveva più niente da difendere. E così sono venute proprio per la Spal le prime occasioni con il napoletano Schiattarella e Lazzari. Non c'è niente da fare, se le partite non si chiudono subito, poi si rischia di perderle.

Il Napoli ha tentato di segnare con Mertens, Insigne, Koulibaly, Callejon, ma sempre un piede, un palo, o il portiere Gomis, sono riuscite a sventare queste occasioni. Il recupero ci stava costando la vittoria, infatti, tra il 91' e il 93' il Napoli ha rischiato, ma Meret è stato straordinario.

Che dire di più?

-Quarta vittoria consecutiva del Napoli, 41 punti a -1 dal Napoli di Sarri.

-Albiol segna il suo primo gol quest'anno.

-24 conclusioni del Napoli contro la Spal.

- Il Napoli ha il migliore attacco insieme alla Juve ed ha la terza difesa del campionato.

- Meret è una sicurezza, salva la vittoria

NAPOLI (4-4-2): Meret 8; Hysaj 6, Albiol 7, Koulibaly 7,5, Ghoulam 6 (33' st Luperto 6); Callejon 6,5, Rog 6 (21' st Ruiz 6), Hamsik 6,5, Zielinski 6; Mertens 6,5 (38' st Diawara sv), Insigne 6.

A DISPOSIZIONE: Ospina, Karnezis, Maksimovic, Malcuit, Ounas, Verdi, Milik, Younes.

ALLENATORE: Ancelotti 7.

SPAL (3-5-2): Gomis 6; Bonifazi 6,5 (37' st Floccari sv), Cionek 6, Djourou 6 (42' Vicari 5,5); Lazzari 6,5, Kurtic 6, Valdifiori 5,5 (23' st Valoti 5,5), Schiattarella 6, Fares 6; Paloschi 6, Antenucci 5,5.

A DISPOSIZIONE: Milinkovic-Savic, Poluzzi, Felipe, Dickmann, Vicari, Simic, Costa, Everton Luiz, Petagna, Moncini.

ALLENATORE: Semplici 6,5.

ARBITRO: La Penna 6

ASSISTENTI: Marrazzo della sezione di Frosinone e Valeriani della sezione di Ravenna.

QUARTO UOMO: Maggioni della sezione di Lecco. VAR: Pairetto della sezione di Nichelino. AVAR: De Meo della sezione di Foggia. MARCATORI: 46' Albiol

AMMONITI: Hamsik, Rog (N); Cionek, Kurtic (S)