INTER-NAPOLI 1-0, MA L'ARBITRO MAZZOLENI BATTE IL NAPOLI 3-0 CON 2 ESPULSIONI E UNA MANCATA SOSPENSIONE DELLA PARTITA

letto 632 volte
koulibaly-espulso.jpg

L'arbitro decide il match con due espulsioni di Koulibaly e Insigne, se per Insigne è stata meritata per lo schiaffo dato a Keita, per Koulibaly trattasi di un espulsione immeritata per le vessazioni subite dal senegalese per tutta la partita: i buuu e le offese razzistiche lo hanno innervosito e da quì l'applauso all'arbitro Mazzoleni che lo aveva ammonito poco prima per un fallo che non c'era o comunque non da ammonizione, mentre non ha ascoltato le richieste del Napoli che chiedevano la sospensione della partita. Insomma, un giocatore di colore che, innervosito dai cori razzistici e dall'ammonizione inesistente, aveva applaudito un arbitro che non è mai stato tenero col Napoli.

La Juve aumenta il vantaggio? Ma che ce ne frega, quì si tratta di inciviltà che purtroppo è originata dal grande odio del Nord verso il Sud, non si tratta di tifo (e noi del Sud siamo tanto stupidi da votare pure la Lega!).

Lo aveva detto De Laurentis: attenti a Mazzoleni! Con questa vittoria l'Inter non si deve inorgoglire perchè stava per perdere la partita contro un Napoli in 10, che solo la parata di Handanovic su Insigne e e quella successiva su Zielinsky le hanno evitato la sconfitta. L'Inter poi vincerà nella successiva azione col gol di Lautaro Martinez. Ci fosse stato Koulibaly, il migliore in campo, l'Inter non avrebbe mai segnato. Ora l'Inter è a -5 dal Napoli, ma ce ne vuole per superarlo. La Juve non vola, ma avanza lo stesso, adesso è a +9 sul Napoli. Mazzoleni quindi fa un bel regalo di Natale e Santo Stefano a Spalletti, che si trova la vittoria proprio nell'azione successiva al mancato vantaggio azzurro con l'appena entrato Lautaro Martinez al 91'.

Nel primo tempo la maggiore forza fisica dell'Inter ha avuto la meglio sul Napoli in cui giocavano, per modo di dire, 4 uomini che poco o niente avevano fatto in tutto il primo tempo: Insigne, quasi nullo, Allan, stranamente sbagliava di tutto e di più, Zielinsky è già da un pò che non sta giocando ai suoi livelli e Milik, preferito a Mertens, che vagava per il campo senza trovare chi gli passasse la palla. Mettiamoci pure l'uscita al 24' di Hamsik per infortunio e il quadro è completo. Solo un tiro di Insigne, che metteva in difficoltà Handanovic, poi niente più. Per l'Inter una traversa di Icardi e un salvataggio sulla linea di Koulibaly, proprio su Icardi.

Nel secondo tempo il Napoli comincia a prendere campo e prende il comando della gara creando alcune occasioni importanti, fino all'80' quando il migliore in campo assoluto, Koulibaly, veniva ammonito per un fallo su Politano, ammonizione inesistente, che lo innervosiva ancor più, dopo i ripetuti cori razzistici che già lo avevano messo in tensione, per cui applaudiva ironicamente Mazzoleni che provvedeva così ad espellerlo. Era l'80', in pratica decretava che il Napoli doveva perdere, togliendogli il migliore giocatore, il guerriero, quello che interveniva ad interrompere tutte le azioni interiste.

Proprio nel momento in cui il Napoli insisteva per andare in vantaggio contro una Inter ormai stanca per il lungo pressing del primo tempo. Follia di Koulibaly? Non crediamo, crediamo invece che il tifo becero razzistico lo aveva portato ad innervosirlo a tal punto tanto da far applaudire l'arbitro che lo aveva ammonito due volte, la prima inesistente. Ma quello che aveva ancor più creato questa situazione è la mancata decisione di sospendere la partita dopo ben tre richieste del Napoli. Quindi, non solo la mancata sospensione della partita, ma anche il rosso per il migliore in campo.

E' chiaro che Spalletti a questo punto aumenta il potenziale offensivo facendo entrare Lautaro Martinez, e poco prima Keita al posto di Perisic. Il Napoli in 10 stava anche facendo il colpaccio all'89', quando prima Handanovic e poi Asamoah salvano la porta interista sul tiro di Zielinsky. Come spesso succede, a gol mancato, gol subito, sulla ripartenza interista su velo di Vecino, Lautaro Martinez con un piatto chirurgico infila l'angolo dell'incolpevole Meret. Doccia fredda per il Napoli che deve subire anche l'espulsione di Insigne, già inesistente per tutta la partita, che si fa buttare fuori per uno schiaffo dato a Keita.

L'Inter gioisce e il Napoli invece se ne torna a casa consapevole del torto subito da Mazzoleni. Un arbitro che si crede un Padreterno e che non sa guardare al di là del proprio naso; meriterebbe una lunga sospensione dai campi di calcio.

Che la Juve sia adesso a 9 punti, poco importa, anche lei ha i suoi problemi e non deve gloriarsi un pareggio ottenuto in extremis. In fondo 8 o 9 punti non fanno differenza. Adesso? Con due espulsi che non giocheranno contro il Bologna, con Hamsik che sicuramente non giocherà per lo stiramento, chi saranno i sostituti dei tre? Toccherà ad Ancelotti trovare la soluzione e alla società farsi sentire verso chi di dove per gli indegni cori razzistici nei confronti di Koulibaly. Non è possibile che non si riesca ad eliminare questo malcostume che non fa onore al nostro calcio. Non si vogliono prendere provvedimenti seri contro questa gente. Le soluzioni devono andare nella direzione della sospensione della partita, e se continuano, la perdita della partita a tavolino.

INTER-NAPOLI 1-0

INTER (4-3-3): Handanovic 7; D'Ambrosio 6, De Vrij 6, Skriniar 6, Asamoah 7; Borja Valero 6 (19' st Vecino 6), Brozovic 6, Joao Mario 7,5 (38' st Lautaro Martinez 7); Politano 6,5, Icardi 6, Perisic 5 (29' st Keita Balde 6,5).

A DISPOSIZIONE: Padelli, Ranocchia, Vrsaljko, Dalbert, Gagliardini, Candreva.

ALLENATORE: Spalletti 6

NAPOLI (4-4-2): Meret 7; Callejon 6,5, Albiol 6, Koulibaly 8, Mario Rui 6 (33' st Ghoulam 6); Fabian Ruiz 7, Allan 5, Hamsik 6 (24' Maksimovic 6,5), Zielinski 5; Insigne 4, Milik 5 (26' st Mertens 6).

A DISPOSIZIONE: Ospina, Karnezis, Malcuit, Hysaj, Luperto, Diawara, Rog, Ounas, Verdi.

ALLENATORE: Ancelotti 6

ARBITRO: Mazzoleni 4

MARCATORI: 46' st Lautaro Martinez

AMMONITI: Brozovic (I), Borja Valero (I), Allan (N), Albiol (N), Koulibaly (N), Lautaro Martinez (I)

ESPULSI: Al 35' st Koulibaly (N) per applausi all'arbitro, al 49' st Insigne (N) per scorrettezze