PALAMANGANO FORTINO INESPUGNABILE PER LA GIVOVA SCAFATI BASKET: ANCHE LA LEONIS ROMA PAGA DAZIO. RISULTATO FINALE 108-82

letto 105 volte
aaron-thomas-in-azione-di-gioco-contro-leonis-roma.jpeg

All’insegna di uno straordinario Thomas, la Givova Scafati fa suo anche lo scontro diretto con la Leonis Roma della ventesima giornata e conferma il proprio rendimento positivo tra le mura amiche del PalaMangano, aggiudicandosi i due punti in palio con il risultato finale di 108-82.

Oltre ad aver avuto la meglio contro una diretta antagonista per i play-off, la truppa gialloblù, che ha trovato un Tavernari in grande spolvero, può festeggiare anche il vantaggio della differenza punti negli scontri diretti, essendo riuscita a ribaltare meritatamente il -8 subito nella gara di andata a campi invertiti. Mentre coach Luciano Nunzi si ritrova a fare i conti con la sua seconda sconfitta in altrettante presenze sulla panchina romana, il suo collega scafatese ha motivo di festeggiare dinanzi ai circa 1.500 del PalaMangano, perché i suoi uomini hanno vinto e convinto, mostrando di avere ormai intrapreso un percorso in discesa, fatto di maturità cestistica e maggiore conoscenza tra i reparti, come ampiamente dimostrato dal volume di gioco offerto e dalla costanza di rendimento per l’intera durata del match.

Entra subito nel vivo la sfida del PalaMangano. I quintetti si fronteggiano a viso aperto e senza timori reverenziali. Thomas è subito in palla e, con l’ausilio di Rossato, trascina i suoi avanti 11-4 al 4’. Coach Nunzi dispone i suoi a zona e, così facendo, rallenta l’attacco gialloblù, che smarrisce la via del canestro, e si fa raggiungere minacciosamente (11-11 al 6’). L’ingresso in campo di Tavernari, Contento e Romeo regala nuova linfa all’attacco scafatese, che riesce a sbloccarsi, ma non a riprendere la testa della sfida, che al termine del primo quarto è sul 18-18. Le triple di Tavernari sono preziose per scardinare la difesa a zona dei capitolini (23-20 al 12’). I padroni di casa (bene Thomas), con i piazzati dalla lunga e media distanza e con una grande aggressività difensiva, riescono ad allungare sull’avversario (31-22 al 14’). Ci pensano Jones e l’ex Bushati, con la loro esperienza, a tenere a galla la compagine laziale (33-29 al 16’). L’equilibrio fa da padrone i restanti minuti di gara, fino a quando Rossato, con due triple e tre liberi consecutivi, porta Scafati all’intervallo in doppia cifra di vantaggio (50-35).

Ritmi più compassati e difese schierate caratterizzano i primi minuti della ripresa, nei quali i gialloblù riescono ad ampliare il margine di vantaggio (61-40 al 24’). Ci pensa allora Jones, con due triple di fila, a suonare la sveglia per la Leonis, che prova così a rosicchiare qualcosina (63-49 al 25’). I viaggianti ce la mettono tutta per rientrare in partita, fanno leva sulla verve di Amici e accorciano maggiormente le distanze (68-55 al 27’). La Givova però reagisce con orgoglio, gioca bene d’insieme, mostrando una buona circolazione di palla, e riesce lentamente ad allargare la forbice del divario, chiudendo avanti 79-62 la terza frazione.

Il canovaccio della sfida non muta neppure nell’ultima frazione, con i locali sempre padroni del campo, nonostante i continui tentativi di Jones e di Amici di riaccendere la contesa (85-73 al 34’). Si tratta infatti di un fuoco di paglia, perché Thomas e Tavernari firmano il 96-77 al 36’ che di fatto chiude anzitempo la sfida. Il tabellone elettronico, sulla sirena conclusiva, recita 108-82.

Dichiarazione di coach Lino Lardo: «Dovevamo vincere queste ultime due partite e lo abbiamo fatto. Non era né facile, né scontato, contro due squadre che avevano ambizioni importanti ad inizio campionato. Abbiamo però dimostrato di essere più squadra e di avere più carattere. La difesa sta iniziando a lavorare meglio, mentre in attacco abbiamo tirato con buone percentuali. I ragazzi si passano la palla, si cercano anche con un extra-pass, se necessario. Sono soddisfatto, ma dobbiamo avere ancora tanta fame, per migliorarci e per agguantare i play-off. Ora ci attendono due difficili trasferte, la prima a Latina, la seconda a Siena. Ci sempre più squadra».

I TABELLINI

GIVOVA SCAFATI 108 LEONIS ROMA 82

GIVOVA SCAFATI: Goodwin 8, Passera 5, Romeo, Contento 13, Ammannato 6, Pavicevic, Rossato 18, Giordano, Thomas 36, Sgobba n. e., Tavernari 22. ALLENATORE: Lardo Lino. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

LEONIS ROMA: Fall 3, Santini, Fanti 4, Infante 2, Loschi 12, Bonessio, Amici 16, Jones 30, Hollis 12, Bushati 3. ALLENATORE: Nunzi Luciano. ASS. ALLENATORE: Di Chiara Luca e Pilot Damiano.

ARBITRI: Pierantozzi Marco di Ascoli Piceno, Capurro Michele Cosimo Pio di Reggio Calabria e Tarascio Sebastiano di Priolo Gargallo (Sr).

NOTE: Parziali: 18-18; 32-17; 29-27; 29-20. Tiri dal campo: Scafati 36/58 (62%); Roma 29/58 (50%). Tiri da due: Scafati 24/34 (71%); Roma 19/33 (58%). Tiri da tre: Scafati 12/24 (50%); Roma 10/25 (40%). Tiri liberi: Scafati 24/31 (77%); Roma 14/24 (58%). Falli: Scafati 24; Roma 26. Usciti per cinque falli: Rossato, Loschi. Rimbalzi: Scafati 30 (24 dif.; 6 off.); Roma 22 (17 dif.; 5 off.). Palle recuperate: Scafati 5; Roma 4. Palle perse: Scafati 10; Roma 13. Assist: Scafati 22; Roma 15. Stoppate: Scafati 1; Roma 0. Spettatori: 1.500 circa. Antonio Pollioso Ufficio Stampa Basket Scafati 1969