POLISPORTIVA SANTA MARIA-SCAFATESE 2-0, UN GOL PER TEMPO E LA SCAFATESE AFFONDA

letto 222 volte
1-scafatese.jpg

Due centri, uno per tempo, condannano la Scafatese nella sfida contro la Polisportiva Santa Maria. Sul prato in sintetico del Carrano il primo tempo è quasi tutto di marca locale, con i giallorossi che trovano subito il vantaggio al 9 con una girata di sinistro di Margiotta, forse anche aiutato da un tocco col braccio.

La squadra di Egidio Pirozzi continua a macinare gioco con il tiro di Romano del 13', parato da Menzione, il palo colpito da Manzo al 27' e l'imprecisa conclusione mancina dello stesso Manzo al 39', mentre la Scafatese inizia a farsi vedere soltanto sul finire della prima frazione, con Rinaldi che pesca in area Apredda che calcia e chiama agli straordinari Grieco.

Nella ripresa cambia totalmente l'inerzia del match e i canarini si proiettano in avanti nel tentativo di pareggiare: al 47' è Siciliano a impensierire Grieco con una conclusione parata, mentre 60 secondi dopo Roghi va via sulla destra e viene uncinato da un difensore giallorosso, ma per il direttore di gara Matteo di Sala Consilina non ci sono gli estremi per il penalty. Al minuto 52 sponda di Siciliano per Avino, tiro al volo del capitano e pallone alto; al 55' bordata di Roghi che sibilia vicino all'incrocio dei pali mentre Al 61' Manzo mette al centro un pallone invitante ma sia Roghi che Claudio Amendola mancano l'appuntamento con il gol. Nel momento migliore della Scafatese arriva però il raddoppio del Santa Maria: al 64' Romano prova a colpire e Menzione si salva in angolo con un miracolo, ma sul calcio dalla bandierina svetta il capitano Fariello che sigla il 2-0. Amarante prova a cambiare l'assetto inserendo Barra e spostando Roghi sulla corsia destra, i canarini si rendono pericolosi con la punizione di Siciliano del 66', che dà anche l'illusione ottica del gol, e poi con una traversa su sviluppi di calcio piazzato battuto da Rinaldi al 76'. Più passa il tempo più la squadra di Pirozzi alza il muro difensivo mentre la Scafatese attacca a testa bassa ma in maniera confusionaria, senza concretizzare il lavoro svolto. Il triplice fischio finale condanna la squadra giallobleu ma pone anche fine alla lunghissima serie di partite esterne. Domenica prossima i canarini affronteranno il Sant'Agnello al Varone.

POL. S. MARIA: Grieco 02, De Sio, Fiorillo, Petrillo (86' Mamadou), Fariello, Itri, Fernando 00, Joof, Margiotta (86' Cherillo), Manzo Pasquale (69' Altieri), Romano 01 (80' Morena 01).

A disposizione: Spicuzza, Lo Schiavo 99, Morena 01, Manzo Nicola 01, Mamadou, Pastore, Di Gregorio 99, Cherillo, Altieri. All: Pirozzi

SCAFATESE: Menzione 00, Sannino 00, Manzo, Rinaldi, Orientale, Esperimento, Apredda 02, Avino, Roghi, Siciliano, Amendola Claudio(65' Barra 99).

A disposizione: Capasso 00, Torcia 02, Esposito 02, Vitiello, Nina 99, Russo 00, Amendola Ciropaolo, Barra 99.

All: Amarante.

Arbitro: Matteo di Sala Consilina

Assistenti: Conforti di Salerno e Monaco di Sala Consilina

Note: ammoniti: Fernando, Avino. Calci d'angolo: 4-6.

LE RETI: Margiotta al 9' - Al 65' Fariello