GIVOVA SCAFATI BASKET, REGULAR SEASON CHIUSA CON LA VITTORIA CONTRO BPC CASSINO PER 93 - 83

letto 176 volte
aaron-thomas-in-azione-di-gioco-contro-bpc-virtus-cassino-5715-.jpeg

Termina con un successo la stagione agonistica 2018/2019 della Givova Scafati. Al PalaMangano, la notte di Pasqua, è arrivata infatti la vittoria per 93-83 contro la BPC Virtus Cassino, fanalino di coda del girone ovest del campionato di serie A2. Nonostante l’indisponibilità degli esterni Contento e Rossato (il primo neppure convocato), la compagine dell’Agro è riuscita ad imporsi senza grosse difficoltà contro una squadra che, orfana degli infortunati Castelluccia e Hall (il primo addirittura in tribuna) non ha spinto più di tanto il piede sull’acceleratore, preferendo mettere a posto giochi e schemi in vista della seconda fase (play-out). I due punti in palio non hanno consentito invece alla società scafatese di accedere ai play-off. Si è chiusa dunque qui la stagione agonistica, con la conferma della categoria e tanti buoni propositi per il prossimo campionato.

Il buon impatto del cassinate Paolin fa da contraltare all’impatto morbido dei padroni di casa con il match (4-4 al 3’). Lavorando meglio in difesa e dominando sotto i tabelloni, la Givova Scafati prende lentamente il largo, piazza un break di 10-2 (bene Thomas) e costringe coach Vettese a chiamare time-out (14-6 al 5’). Sale in cattedra il nigeriano Ojo, che da solo mette in allarme la difesa di casa, si fa aiutare da Ingrosso e permette alla Virtus BPC Cassino di rifarsi sotto minacciosamente (19-18 al 9’). Il primo parziale resta però ad appannaggio dei locali, avanti 23-18.

Il secondo quarto inizia all’insegna di Pavicevic, che va a canestro con continuità e consente ai suoi di ampliare la forbice del divario (34-21 al 13’). La scorribande di Paolin e Guaccio servono solo per limitare i danni (36-28 al 15’), perché capitan Ammannato e compagni nei minuti a seguire, senza troppa fatica, riescono a conservare un buon margine di vantaggio (42-31 al 17’). Ci pensa però Ojo a rendersi di nuovo protagonista: Insieme a Paolin e Raucci, piazza un break di 0-10 che riapre le ostilità (44-43 al 19’) e manda le squadre negli spogliatoi sul 48-43.

Cambiano i canestri di attacco, non l’andazzo della sfida, che resta in equilibrio nei primi minuti della ripresa (53-47 al 22’), prima che Tommasini, Thomas e Romeo si rendano protagonisti della ritrovata doppia cifra di vantaggio (60-49 al 25’). Gli attacchi dominano sulle rispettive difese, i ritmi sono blandi e lo spettacolo non è quello delle sfide che contano, ma la gara resta comunque gradevole e divertente. Un mini break di 2-11 riapre nuovamente i giochi (62-60 al 28’), a dimostrazione del fatto che la compagine laziale è tutt’altro che rinunciataria, anzi continua a credere fortemente nel colpaccio esterno, anche se termina sotto 67-60 anche la terza frazione.

La sfida resta viva anche nell’ultimo periodo, caratterizzato, nei primi minuti, da una buona lena al tiro di Tavernari, protagonista assoluto del ritrovato vantaggio scafatese (79-70 al 34’). Ingrosso fa quel che può per annullare il gap (81-77 al 37’), ma la Givova è determinata a fare risultato e non si lascia sopraffare, si affida alla mano calda di Passera, Thomas e Tavernari e ritrova nuovamente la doppia cifra di vantaggio (91-77 al 39’), che anticipa di una manciata di secondi la sirena finale (93-83).

Dichiarazione di coach Lino Lardo: «Ci dispiace aver chiuso la stagione in questo modo, perché abbiamo fatto un percorso di crescita costante, nonostante le avversità delle ultime settimane. Siamo cresciuti non solo individualmente, ma anche e soprattutto come squadra ed anche la gente lo ha riconosciuto. Il rammarico di non aver raggiunto i play-off è tanto, ma non dobbiamo recriminare nulla, perché la squadra è cresciuta molto anche mentalmente, migliorando il rendimento in trasferta. Con la società, sempre presente, i tifosi e lo staff societario si è creato un gruppo che è cresciuto tantissimo, anche grazie ai giovani della rosa, preziosissimi negli allenamenti. Possiamo comunque essere soddisfatti, perché c’è una buona base per il futuro ed un nucleo di giocatori già sotto contratto, che costituiscono un’ottima basa su cui partire per costruire la rosa della prossima stagione agonistica». 


I TABELLINI

GIVOVA SCAFATI 93 BPC VIRTUS CASSINO 83

GIVOVA SCAFATI: Tommasini 4, Goodwin 8, Passera 5, Romeo 10, Ammannato 8, Pavicevic 9, Rossato n. e., Solazzi 2, Giordano, Thomas 27, Esposito, Tavernari 20. ALLENATORE: Lardo Lino. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

BPC VIRTUS CASSINO: Ingrosso 13, Gambelli n. e., Ojo 28, Hall n. e., Primerano n. e., Razic 6, Paolin 17, Bianchi, Guaccio 4, Raucci 11, Sorrentino 4, Punzi n. e.. ALLENATORE: Vettese Luca. ASS. ALLENATORE: De Monaco Furio.

ARBITRI: Ciaglia Gianfranco di Caserta, Bramante Angelo Valerio di San Martino Buon Albergo (Vr) e Tarascio Sebastiano di Priolo Gargallo (Sr).

NOTE: Parziali: 23-18; 25-25; 19-19; 26-21. Tiri dal campo: Scafati 40/72 (56%); Cassino 34/68 (50%). Tiri da due: Scafati 30/47 (64%); Cassino 27/43 (63%). Tiri da tre: Scafati 10/25 (40%); Cassino 7/25 (28%). Tiri liberi: Scafati 3/5 (60%); Cassino 8/10 (80%). Falli: Scafati 10; Cassino 15. Usciti per cinque falli: nessuno. Rimbalzi: Scafati 36 (27 dif.; 9 off.); Cassino 27 (20 dif.; 7 off.). Palle recuperate: Scafati 4; Cassino 7. Palle perse: Scafati 10; Cassino 6. Assist: Scafati 28; Cassino 16. Stoppate: Scafati 0; Cassino 0.