IL NAPOLI BATTE IL BRESCIA 2-1, MA CON MOLTA FATICA E TIMORE DI PAREGGIARE SOPRATTUTTO PER LA STANCHEZZA

letto 486 volte
di-lorenzo-balotelli-e-allan.jpg

In un San Paolo pieno, stavolta, a differenza della partita col Cagliari, la partita è stata chiusa nel primo tempo, ma la stanchezza e il gran caldo, complice anche la rete di Balotelli nel secondo tempo, hanno rimescolato le carte e riaperto la partita. Il Brescia, che gioca molto bene, con quel Tonali che andrà all’asta sicuramente a fine campionato o a gennaio, ha messo sotto il Napoli nel secondo tempo, ma non è riuscito a mettere dentro la palla del 2- 2. Quanta fatica, ma ci sono 3 punti in più che vanno a incrementare la classifica che ci vede sempre a -6 punti dall’Inter, a -4 dalla Juventus e a -1 dall’Atalanta. 

Una vera sorpresa il Brescia, una squadra che gioca palla a terra ed ha due o tre elementi di classe, tra i quali Tonali, Balotelli e Matri, oltre Donnarumma e Romulo. 

Nel Napoli giocano Ospina, Ghoulam, Fabian Ruiz e Llorente titolari. Dopo alcuni minuti di  intraprendenza da parte del Brescia, il Napoli prende le redini in mano e comincia a macinare gioco e attacchi alla retroguardia bresciana, finchè al 13' la rete di Mertens che porta il Napoli sull’1-0: Grande apertura di Fabian Ruiz per Callejon, appoggio a Mertens il quale batte Joronen. E’ la rete numero 114 a solo una lunghezza da Maradona. Poco dopo Llorente regala un assist meraviglioso a Mertens ma il belga non sfrutta l’occasione. 

Ancora Llorente va vicino al bis così come Zielinski, ma alla fine è Manolas a firmare il secondo gol. Il difensore greco prima si fa annullare un gol dal VAR per un controllo di mano, poi all'ultimo respiro del primo tempo insacca di testa su calcio d'angolo sfruttando la torre del suo collega di reparto Maksimovic.  

Nel secondo tempo, come successe col Cagliari, si pensava ad un Napoli scatenato, come sempre gli succede, ma, invece, è il Brescia a prendere in mano le redini del gioco, determinato a riaprire la partita. 

Sinceramente non abbiamo mai visto il Napoli così, essere messo sotto da una squadra dominata nel primo tempo. Complice anche l’uscita di Manolas e quella di Maksimovic per infortunio, di Llorente stanchissimo, ma soprattutto il gol di Balotelli al 67’, ed il Napoli che sembra avere avuto un crollo fisico e psicologico, che ha riaperto la partita. 

Ma non è che il Napoli subisce solo, anzi, ha anche le sue occasioni, ma i nuovi entrati, Elmas, Hysaj e Luperto, non sono all’altezza dei due centrali usciti, e non riescono a contenere ed impostare da dietro. La palla viene buttata avanti senza criterio e questo avvantaggia la pressione del Brescia, pericoloso soprattutto sui corner e sulle punizioni. 

Il Napoli ha anche le sue occasioni per portarsi sul 3-1, ma errori di mira mantengono il risultato sul 2-1 fino alla fine.  

Una strana partita che il Brescia poteva anche pareggiare, ma è inspiegabile il crollo fisico e psicologico degli azzurri. Comunque il Brescia aveva messo sotto anche la Juve, segno che ha ottimi giocatori e schemi che applica alla perfezione. Buona squadra, ma un Napoli in condizioni ne avrebbe fatti di più di gol. 

Meglio dominare, come col Cagliari, o giocare male (nel secondo tempo) e vincere? 

Una menzione particolare per Di Lorenzo: un acquisto davvero indovinato. E’ stato uno dei migliori. 

NAPOLI (4-4-2): Ospina (6); Di Lorenzo (7), Manolas (7) (65' Luperto 5), Maksimovic (76' Hysaj), Ghoulam (6,5); Callejon (7), Allan (6,5), Ruiz (7), Zielinski (6); Mertens (7), Llorente (6) (73' Elmas 6).

ALLENATORE: Ancelotti 7

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen 7; Sabelli (5), Cistana (6), Chancellor (6), Martella (5) (69' Mateju 6); Bisoli (6), Tonali (7), Dessena (5,5)(72' Romulo 6); Spalek (5) (85' Matri s.v.)); Balotelli (7), Donnarumma. (5)

ALLENATORE: Corini 6

ARBITRO: Manganiello 

GOL: 13' Mertens (N), 49' pt Manolas (N), 67' Balotelli (B)

AMMONITI: Manolas (N), Sabelli (B), Hysaj (N) 

  CLASSIFICA

Squadra

PT

Squadra

PT

Inter

18

Lecce

7

Juve

16

Parma

6

Atalanta

13

Milan

6

Napoli

12

Sassuolo

6

Lazio

10

Brescia

6

Cagliari

9

Fiorentina

5

Torino

9

Verona

5

Roma

9

Genoa

5

Bologna

8

Spal

3

Udinese

7

Sampdoria

3