BATTIPAGLIESE-SCAFATESE 1-1, SFIORATA LA VITTORIA ESTERNA

letto 207 volte
11-cesarano.jpg

Sfortunatissima la Scafatese che al Pastena di Battipaglia sfiora la prima vittoria esterna stagionale  e viene poi costretta ad accontentarsi di un solo punto. Con capitan Avino infortunato mister Di Nola prova a inventare Siciliano playmaker di un centrocampo completato da Rossi e Manzo, schierando in attacco il terzo under Sare Marzo; dall'altro lato Viscido propone un 3-5-2 con l'intento di provare a colpire i canarini con repentine ripartenze e verticalizzazioni. Sul prato in sintetico del Pastena è la Scafatese a passare in vantaggio al minuto 23: cross sinistro di Vincenzo Manzo e testata precisa di un convincente Giovanni Carfora che gonfia la rete. La Battipagliese prova a rispondere con Lopetrone, play che gestisce tutti i palloni bianconeri, ma è nuovamente la Scafatese a rendersi pericolosa prima al 33' con Sare e poi dieci minuti più tardi, prima dell'intervallo, con un'ottima ripartenza orchestrata da Siciliano, il cui passaggio per Manzo viene però intercettato in extremis.

Viscido capisce che qualcosa non va e al ritorno in campo ridisegna i padroni di casa disponendosi in campo col 4-3-3, ma è nuovamente la Scafatese a proporsi pericolosamente in zona offensiva: Liccardi è bravissimo a gestire la palla nonostante la marcatura di due avversari, tocco per l'accorrente Carfora e apertura intelligentissima per Sare che prima supera il diretto avversario e poi lascia partire un destro al fulmicotone che batte Spicuzza ma si infrange sul palo, mantenendo in gara i padroni di casa.

Il doppio infortunio a centrocampo di Manzo e Rossi costringe la Scafatese a ridisegnarsi con un 4-4-2, con l'innesto di De Stefano e Benassi, ma all'83' è il solito Lopetrone, di sinistro, a colpire letalmente la retroguardia giallobleu siglando l'1-1, nonostante un primo intervento con ottimi riflessi di Sorrentino.

Il pareggio non ferisce la Scafatese che rialza la cresta e sfiora due volte la rete del nuovo vantaggio, prima con il colpo di testa da sotto misura di Carfora con la risposta miracolosa di Spicuzza e poi con lo stesso estremo difensore Battipagliese che chiude la porta a Sannino dopo una falcata imponente solitaria del terzino canarino.

Il triplice fischio finale lascia l'amaro in bocca a una Scafatese che, per il gioco espresso e per le occasioni create avrebbe meritato l'intera posta in palio.

BATTIPAGLIESE: Spicuzzq, Consiglio, Mejeri, Lopetrone, Ronga (51' Temnerriello), Manzi, Novi 01, Falco 01 (58' Di Lillo 01), Trimarco, Senatore 00, Odierna (75' Formisano).
A disposizione: Farina 01, Anzalone 00, Formisano, Delle Donne, Pelosi 01, Di Lillo, Tenneriello, Sansone 01, Troisi 02.
Allenatore: Viscido

SCAFATESE: Sorrentino, Sannino 00, Lauro 01, Manzo (75' Bennasib 01), Iovinella, Cassese, Carfora, Rossi (73' De Stefano), Sare 01 (88' D'Apice 00), Siciliano, Liccardi (87' Cibele).
A disposizione: Guadagno 01, Atari, De Falco 01, Bennasib 01, Vitiello, D'Apice 00, Esposito 01, De Stefano, Cibele.
Allenatore: Di Nola (assente per squalifica)

RETI: 23' Carfora, 83' Lopetrone

Arbitro: Russomando di Salerno
Assistenti: Monaco di Sala Consilina e Gaeta di Nocera Inferiore
Note: ammoniti: Manzi (B), Anzalone (B), Di Lillo (B), Lauro (S), Manzo (S), Siciliano (S). Calci d'angolo: 2-3