NAPOLI-VERONA 2-0: AMRABAT CICI’ COCO’ DUE PALLON AL VERON

DUE RETI DI MILIK AFFONDANO UN BUON VERONA A CUI VA L'ONORE DELLE ARMI PER LA PARTITA GIOCATA
letto 536 volte
1-milik-segna-primo-gol.webp

Si slocca Milik con una doppietta e il Napoli vince contro un’ottima squadra, il Verona di Juric che ha tenuto in ambasce il Napoli per tutta la partita. 

Cambia ancora Ancelotti che schiera Malcuit sulla destra, dirottando Di Lorenzo a sinistra. A centrocampo c'è Younes, in avanti la coppia Insigne-Milik, con Allan regista arretrato. 

E’ una partita da vincere assolutamente, per tacitare quelle voci destabilizzanti che continuano la loro opera sottile di disturbare la squadra e il loro allenatore. E’ brutto vedere che in tutto ciò ci sono anche tv private che creano malumori tra i tifosi. Giornalisti trombati che aspiravano a cariche tipo addetto stampa, opinionisti prezzolati da qualcuno che vuole mettere le mani sul Napoli, personaggi che vengono ospitati da tv private che aspiravano, anche loro, a diventare direttori sportivi, o consiglieri del Presidente, capi tifosi che non avendo avuto i famosi biglietti omaggio, ricattano la società (vedi Juve) e minacciano di creare le condizioni per squalifiche del campo. Insomma, c’è del marcio attorno al Napoli. Adesso se la stanno prendendo con il figlio di Ancelotti che funge da allenatore in seconda, adducendo motivazioni tipo: non ha mai giocato a pallone, non sa niente di calcio, etc…come se chi ha giocato al calcio, il campione, vedi Maradona, deve per forza diventare un grande allenatore. Ma Sacchi? Sarri? Hanno mai giocato al calcio?

Lasciate stare il Napoli, perché a parlarne male rischiate di fare brutte figure. E comunque non otterrete niente perché il Presidente è “tuosto”. 

Insomma, tutte queste cose, parlar male di ADL, di Ancelotti, di Insigne, con l’aiuto di internet e dei social, creano una situazione di disagio nei giocatori, che non sono tranquilli. Oggi bisogna vincere! Il Napoli è a 6 punti dalla Juventus e a 3 punti dall’Atalanta, diventati un punto perché oggi è stata rimontata dalla Lazio 3-3, dopo aver segnato 3 gol nel primo tempo. Adesso siamo ad un punto dagli orobici, sempre quarti, ma pronti a scavalcarli. 

Veniamo alla partita.

PRIMO TEMPO 

Parte subito il Napoli che comincia a macinare gioco e al 6’ Malcuit impegna Silvestri con un cross teso sul quale il portiere è bravo a precedere Milik pronto ad insaccarlo.

Si pensava ad un Napoli pronto a fare un sol boccone dell’Hellas Verona di Juric, ma il Verona è ben preparato e impostato in campo, pressing a tutto campo e tecnica dei giocatori che mettono in grande difficoltà il Napoli che subisce la verve dei giocatori veronesi.

All’8' Allan entra in area e scarica il destro, ancora una volta Silvestri respinge.

Al 13' Di Lorenzo di testa e Silvestri blocca a terra.

Al 18' grosso pericolo per la porta difesa da Meret. Tripla parata del portiere: prima su tiro di Lazovic, sulla respinta tira Pessina e ancora para Meret, e ancora sulla respinta tira Zaccagni e il portierone azzurro para di nuovo.

Al 21' Zaccagni conclude con un potente tiro respinto da Meret in angolo.

Al 22' Corner di Veloso e Meret sul primo palo riesce ad anticipare tutti ed allontanare.

Al 24' Palla in profondità per Lazovic che serve Stepinski. La punta insacca, ma è in fuorigioco e la rete viene annullata. 

Un bel Verona che sta facendo la partita senza aver paura del Napoli. 

Il Napoli reagisce e al 28' Malcuit crossa e Milik viene tirato giù in area senza che l’arbitro faccia intervenire il VAR. Per noi era rigore netto.

Al 29' Conclusione di controbalzo di Callejon ma la palla va sopra la traversa.

ANCORA NAPOLI: Al 30' conclusione potente di Di Lorenzo e palla di pochissimo a lato!

E finalmente il Napoli va in gol: Al 37' Callejon serve Fabian Ruiz sulla sinistra, cross immediato dello spagnolo che pesca la punta a pochi passi dalla porta: facile per il polacco insaccare la rete del vantaggio. 1-0 per il Napoli e tripudio sugli spalti.

Replica del Verona con Veloso al 40': il portoghese prova a sorprendere Meret sul primo palo, Koulibaly di testa mette in angolo.

Ancora Veloso al 41’ dal corner tira direttamente in porta, palla che si perde sull'esterno della rete.

Al 43' percussione palla al piede di Koulibaly che arriva sul fondo, lo chiude alla fine Gunter.

Al 44' Younes riceve all\'altezza del dischetto e prova la conclusione, attento Gunter che gli stoppa il tiro.

Al 45' Conclusione potente dello spagnolo Ruiz, palla di poco a lato. 

FINISCE IL TEMPO CON IL NAPOLI IN VANTAGGIO PER 1-0 

SECONDO TEMPO 

Si riparte con Insigne che al 48’ prova la conclusione sul primo palo per sorprendere Silvestri, il portiere mette in angolo.

Al 53' conclusione dello spagnolo Ruiz, Silvestri respinge con i pugni.

Al 55' una punizione di Callejon viene respinta da Gunter, sulla respinta Fabian Ruiz calcia di potenza, ma una deviazione manda la palla in angolo.

Al 57' Younes conclude da dentro l'area, ma la palla termina a fil di palo dopo la deviazione di Kumbulla.

Al 67' il Napoli raddoppia ancora con Milik: Punizione di Insigne forte sul primo palo, il polacco in acrobazia anticipa Rrahmani e segna la personale doppietta.

Al 70' Conclusione di Faraoni dalla distanza dell'esterno, palla di poco a lato con Meret sulla traiettoria.

Al 76' Kumbulla colpisce di testa ma la palla va di poco a lato!

Al 78' Conclusione di Zielinsky (subentrato a Younes) dalla distanza, palla che termina di poco a lato.

All’83' Gran parata di Silvestri su Llorente di testa e sulla respinta il palo dice no a Mertens. Llorente era entrato poco prima al posto di Milik.

Al 92’ occasione veronese con Rrahmani che colpisce di testa, ma la palla va di pochissimo a lato. 

Finisce qui una partita molto difficile per il Napoli, e di questo bisogna dare atto al Verona di Youric che gioca davvero bene e pressa alto con buona tecnica, sempre alla ricerca dell’uno contro uno.

Da questa partita viene riabilitata Giulietta…non è una zoccola!.

IL TABELLINO

NAPOLI (4-4-2): Meret (8); Malcuit (6), Manolas (7), Koulibaly (7), Di Lorenzo (6,5); Callejòn (6), Allan (7), Ruiz (7), Younes (5) (20' st Zielinski 6); Milik (7) (36' st Llorente 6), Insigne (6)(32' st Mertens 6). 

A DISPOSIZIONE: Ospina, Karnezis, Luperto, Tonelli, Ghoulam, Mario Rui, Elmas, Gaetano.

ALLENATORE: Ancelotti 7 

VERONA (3-4-2-1): Silvestri 6; Rrahmani 6, Kumbulla 6, Gunter; Faraoni 6, Veloso 6, Amrabat 6 (35' st Tutino 5), Lazovic 6,5; Pessina 6.5, Zaccagni 6 (7' st Salcedo 6); Stepinski 6 (15' st Di Carmine 5). 

A DISPOSIZIONE: Berardi, Vitale, Henderson, Verre, Bocchetti, Danzi, Dawidowicz, Empereur, Adjapong.

ALLENATORE: Juric 6

ARBITRO: Piccinini di Forlì 6

MARCATORI: 37' pt e 22' st Milik

NOTE:

Ammoniti: Koulibaly, Zielinski, Mertens (N); Gunter, Faraoni, Lazovic (V).

Recupero: 0' e 3.

Calci d'angolo: 8-6 per il Verona 

  CLASSIFICA

SQUADRA

PT

SQUADRA

PT

Juve

22

Milan

10

Inter

21

Udinese

10

Atalanta

17

Verona

9

Napoli

16

Bologna

9

Cagliari

14

Lecce

7

Roma

13

Brescia

6

Lazio

12

Sassuolo

6

Parma

12

Spal

6

Fiorentina

11

Genoa

5

Torino

10

Sampdoria

4