SANT'AGNELLO-SCAFATESE 1-1, IN PIENO RECUPERO LA SCAFATESE VIENE RAGGIUNTA SUL PARI: UNA VERA BEFFA

letto 289 volte
10-scafatesecalcio.jpg

Beffa natalizia per la Scafatese Calcio 1922 che, falcidiata dagli infortuni e martoriata dalla malasorte, viene raggiunta in pieno recupero nel match esterno contro il Sant'Agnello. Dovendo fare a meno di Lopetrone, Carotenuto e Signore, fermi ai box per infortunio, Nastri fa esordire Rinaldi al centro della difesa e poi riconferma quasi in toto la formazione vincente contro l'Eclanese, ma sul campo in sintetico del "Comunale" di Sant'Agnello i canarini non riescono ad apportare, almeno nella prima frazione, lo stesso fatturato offensivo della settimana scorsa. Il tiro di Cherillo di poco alto e la punizione di Siciliano ribattuta dalla barriera, infatti, sono le uniche azioni salienti del primo tempo.

All'intervallo Nastri è costretto ad affrontrare l'ennesima tegola proveniente dall'infermeria, con il nuovo centravanti Malafronte che non ce la fa a continuare e lascia il posto all'under Sare Mazo; i padroni di casa  cominciano a sognare l'impresa e iniziano la ripresa producendo subito due palle gol con le conclusioni imprecise di Terminiello e De Angelis, ma a passare in vantaggio sono invece i canarini: al minuto 57 solito destro magico su punizione di Lino Siciliano, palla che supera la barriera e un incredulo Russo e si deposita in rete; si tratta dell' ottavo centro su punizione con la maglia della Scafatese per Siciliano, che eguaglia così un altro numero 10 della storia canarina, Angelo Teta.

Il Sant'Agnello di Serrapica non ci sta e alza il baricentro alla ricerca del pareggio, mentre Nastri fa entrare Tartaglione e Amendola per Giannattasio e Bennasib. La Scafatese sfiora il colpo del ko con Cherillo al'81' ma proprio Tartaglione, nel primo minuto di recupero, commette il fallo che gli vale il cartellino rosso e, dalla susseguente punizione, il Sant'Agnello trova con Procida il gol dell'1-1.

Termina così con un pareggio il 2019 della Scafatese, un punto amaro per come è maturato ma che muove comunque la classifica di una squadra che, adesso, dovrà resettare la delusione subita e ricominciare a correre già dalla prossima trasferta sul campo del Buccino, prima gara del 2020.

SANT'AGNELLO: Russo, Alfano 01, Terminiello, Veniero, D'Alesio (63' Elefante), Di Donna, Liguori 00 (81' D'Apice, Strianese, De Angelis, Cioffi (87' Procida), Tizzano 01.
A disposizione: Todisco 01, Elefante Mario, Guida 00, D'Apice 00, Guadagno Gabriele 01, Di Maio 01, Procida, Fiorentino, Ferraro 03.
All: Serrapica Giovanni

SCAFATESE: Sorrentino, Sannino 00, De Falco 01, Avino, Iovinella, Rinaldi, Cherillo, Giannattasio (83' Tartaglione 01), Malafronte (45' Sare 01) Siciliano, Bennasib 01 (74' Amendola).
A disposizione: Guadagno 01, Tartaglione 01, Sare 01, Esposito Catello 01, Di Lillo 01, Amendola, Cesarano 02, Esposito Marcello 02, Elefante 02.
All: Nastri

RETE: 57' Siciliano, 92' Procida

Arbitro: De Cicco di Nola
Assistenti: Sabatino di Napoli e Martinelli di Castellammare di Stabia.
Note: Ammoniti: Cioffi (SA), Giannattasio (SC), D'Alesio (SA), Tizzano (SA), Avino (SC). Espulso: Tartaglione. Calci d'angolo: 3-1.