GROTTA-SCAFATESE 0-1, PREZIOSA VITTORIA IN TRASFERTA DELLA SCAFATESE

letto 167 volte
13-scafatesecalcio.jpg

Una magia di Malafronte permette alla Scafatese di espugnare il difficile campo di Grottaminarda e portare a casa la terza vittoria in trasferta stagionale.

Dopo la bellissima vittoria casalinga con la Battipagliese mister Nastri conferma la coppia d'attacco Evacuo-Malafronte, con Siciliano a sostegno e il centrocampo formato dall'under Tartaglione, da Lopetrone e dal "centenario" Vincenzo Manzo, che festeggia la centesima apparizione in maglia canarina.

Sul prato in erba sintetica del Romano il Grotta si conferma squadra rognosa e difficile da affrontare, che prova a costruire gioco ma non vuol lasciare spazi in difesa; ci prova dunque due volte Siciliano a impensierire la retroguardia padrona di casa, al 17' con un cucchiaio che termina alto e al 22' con un destro dalla distanza che chiama agli straordinari l'estremo difensore Longobardi. Al 38' l'episodio che decide il match: dai 20 metri è a dir poco straordinario il sinistro di Alessandro Malafronte, una bordata potente e precisa che lascia di stucco Longobardi e manda in visibilio il settore ospiti del "Romano". Il Grotta non si perde d'animo e si rende pericoloso con il velenoso destro a lato di Fusco al 45' e poi, dopo il rientro dagli spogliatoi, con il tocco beffardo di Volzone che, dopo un rimpallo favorevole, indirizza la sfera verso la porta senza però fare i conti con Iovinella, lesto a ribattere e a evitare il pareggio.

Pur non costruendo vere e proprie occasioni da gol il Grotta alza il baricentro e fa venire i brividi ai giallobleu al 78', sempre con Volzone, autore di un colpo di testa poco preciso. Nastri ridisegna la sua Scafatese inserendo Signore come difensore aggiunto e Giannattasio, e proprio sui piedi del centrosinistra capita, all'80', la palla del raddoppio, ribattuta però da Minichiello, portiere numero 12 subentrato al posto di Longobardi.

In casa Scafatese entrano anche Carotenuto e Cherillo, il Grotta si scopre e gli ospiti provano a colpire in contropiede, anche se il destro a giro di Cherillo esce fuori di poco.

Dopo sei minuti di recupero il triplice fischio finale del direttore di gara Ambrosino di Nola decreta la seconda vittoria consecutiva per una Scafatese che, anche soffrendo, è riuscita a portare a casa l'intera posta in palio, subentrando prepotentemente in zona play off. E mercoledì al "28 Settembre" sarà di scena il Vico Equense, una delle squadre più in forma di questo frangente di campionato.

GROTTA: Longobardi (72' Minichiello 03), Casillo Francesco 00, Mustone , Russo 01 (72' Saveriano), Caliendo 01, Castro, Volzone, Brogna, Cataruozzolo, Petrone, Fusco (50' Pugliese).

A disposizione: Minichiello 03, Lepore 01, Maravolo 02, Mangiatoia, Casillo Giuseppe 00, Russolillo, Saveriano, Cogliano 02, Pugliese.

SCAFATESE: Sorrentino, Sannino 00, Lauro 01, Lopetrone, Iovinella, Rinaldi, Tartaglione 01 (80' Esposito Catello 01), Manzo (59' Giannattasio), Evacuo (87' Cherillo), Siciliano (84' Carotenuto), Malafronte (78' Signore).

A disposizione: Guadagno 01, Signore, Avino, Cherillo, Giannattasio, De Falco 01, Sare 01, Esposito Catello 01, Carotenuto.

ALLENATORE: Nastri

RETI: 38' Malafronte.

ARBITRO: Ambrosino di Nola
ASSISTENTI: Vernacchio di Ariano Irpino e Panico di Nola.
NOTE: ammoniti: Saveriano (G), Iovinella (S), Malafronte (S), Rinaldi (S), Tartaglione (S) . Calci d'angolo: 6-2.