GIVOVA SCAFATI AL PRIMO SCRIMMAGE, LE IMPRESSIONI DEI PROTAGONISTI

letto 87 volte
riccardo-rossato-guardia-givova-scafati-3804-.jpg

La Givova Scafati si prepara a disputare il primo scrimmage stagionale. Sarà questa la prima amichevole di un ciclo che condurrà fino all’esordio ufficiale in SuperCoppa. Si inizia quindi dalla Capitale, dove domani sera, ore 17:30, sarà affrontata la Virtus Roma presso il Centro Sportivo Tellene, che per l’occasione, a causa dei noti problemi relativi al rischio contagio da Covid-19, sarà però chiuso e non accessibile a chiunque non appartenga ai due team.

L’occasione sarà propizia per trarre le prime indicazioni di un gruppo che finora, con grande impegno e sacrificio, ha concentrato il proprio lavoro soprattutto sull’aspetto fisico piuttosto che su quello strettamente tecnico, iniziato da poco più di una settimana. Dichiarazioni di coach Alessandro Finelli: «Ritorniamo finalmente in campo dopo circa sette mesi, anche se si tratta solo di una amichevole. Lo sport pian piano riapre per fortuna i battenti e questo è un buon segno. Iniziamo con l’affrontare una squadra di massima serie in trasferta: confrontarci contro formazioni così attrezzate ci fornirà sicuramente indicazioni utili per migliorarci. Veniamo da un periodo in cui si è lavorato quasi esclusivamente sulla riattivazione fisica con l’ausilio del nostro preparatore. Solo da circa dieci giorni abbiamo invece iniziato a giocare a tutto campo, inserendo i primi concetti di attacco e difesa. Si respira una bella aria, in un ambiente sereno, dove tanti nuovi giocatori stanno lavorando con un atteggiamento buono e propositivo, con l’intento di trovare quanto prima quella chimica di squadra che le amichevoli possono sicuramente aiutare a trovare nel più breve tempo possibile. Affrontiamo la Virtus Roma, che ha già disputato sei gare ufficiali in SuperCoppa. Speriamo di trovare diversi spunti ed indicazioni da questa sfida, nella quale troveremo un ex, quel Chris Evans che era qui con me a Scafati ben cinque anni fa. Ma non solo. I capitolini dispongono, oltre ad un ottimo pacchetto di statunitensi, anche un gruppo di italiani di prim’ordine, composto ad esempio da atleti del calibro di Cervi, Baldasso e Campogrande. Ai tifosi, che non potranno assistere all’amichevole, chiedo solo di pazientare: non vediamo l’ora anche noi di condividere le nostre prestazioni con loro. Questa squadra ha talento e personalità e non vede l’ora di mettersi in mostra». Dichiarazioni della guardia Riccardo Rossato: «Siamo un gruppo affiatato, ci conoscevamo già tutti da un po’ di anni, sia da avversari che da compagni con altra casacca, ed insieme stiamo lavorando bene e stiamo mostrando di avere le carte in regola per fare ottime cose. E’ il terzo anno che iniziamo il nostro ciclo di amichevoli contro la Virtus Roma, squadra di categoria superiore, al cospetto della quale siamo spronati a fare del nostro meglio. E’ la prima partita dopo ben sette mesi, mentre i laziali la prossima settimana inizieranno il campionato e quindi sono molto più avanti di noi con la preparazione, ma dal canto nostro siamo altrettanto pronti a costruire il nostro cammino stagionale. Voglio ringraziare i tifosi che, pur senza mai aver presenziato finora agli allenamenti, non ci hanno fatto mancare la propria vicinanza ed affetto: sono certo che, appena sarà possibile, riempiranno il PalaMangano e non vediamo l’ora che questo possa accadere».