NAPOLI-SASSUOLO 0-2, SCONFITTA DI RIGORE, MA TROPPE OCCASIONI SBAGLIATE DAGLI AZZURRI CONTRO UN’OTTIMA SQUADRA

letto 119 volte
napoli-sassuolo.jpg

Due squadre a pari punti in classifica e, diciamo pure, con motivazioni quasi simili. Gattuso e la sua squadra hanno iniziato alla grande, e se il giudice sportivo darà ragione al Napoli, gli azzurri, vista com’è ridotta la Juve di Pirlo, ha l’occasione di balzare in testa a punteggio pieno, ma intanto, il Napoli è secondo, dietro il Milan capolista, a due punti.   

Da parte sua il Sassuolo si trova a pari punti degli azzurri, ma arriva a Napoli con una squadra senza tre titolari importantissimi, Berardi, Caputo e Djuricic, ma con un allenatore motivatissimo che, sinceramente, avremmo voluto al Napoli, perché il suo gioco è simile a Sarri. Ma Gattuso si è rivelato un signor allenatore che ha dato un gioco al Napoli che nulla a che vedere col Napoli di Sarri.  

Ma come sempre succede, una squadra che sbaglia troppe occasioni, viene punita stavolta da un rigore generoso. Purtroppo, vince il Sassuolo 2-0 ma il risultato è bugiardo. Il Napoli ha commesso troppi errori e non ha concretizzato le occasioni avute. Due in particolare con Osimhen nel primo tempo e poi con Mertens nel secondo.

E’ un Sassuolo che giocava tranquillo, senza paura. I neroverdi facevano il loro solito possesso palla rischiando anche qualcosa contro il Napoli che dava l’impressione di segnare da un momento all’altro, ma Consigli riusciva sempre a farsi trovare pronto. L’unica occasione per il Sassuolo arrivava al 43’ quando Boga fa uno dei suoi numeri e calcia praticamente da fermo dal limite; serve un grande intervento di Ospina per togliere il pallone da sotto la traversa.

Finiva il primo tempo con il Napoli costantemente all’attacco. Sfiorava la rete del vantaggio più volte.

L’inizio della ripresa è del Sassuolo, e al 56’ l’arbitro viene chiamato al VAR per controllare un contatto un contatto in area tra Di Lorenzo e Raspadori; cose mai viste, il VAR che chiama l’arbitro che, dopo aver consultato lo schermo assegnava il calcio di rigore in favore del Sassuolo. Una decisione rapidissima e rigore per il Sassuolo. Tirava Locatelli che segnava, con Ospina che per poco non intercettava la palla.

Un colpo per gli azzurri che avevano dominato la partita e, purtroppo, sprecato numerose occasioni. Il Napoli riprende ad attaccare e al 66’ su cross perfetto di Politano, Mertens da due passi tirava incredibilmente fuori. Il Napoli ricomincia a premere ma la pressione non dà frutti. Rallenta anche il gioco del Napoli nel finale, entrambe le squadre sono evidentemente stanche e le occasioni scarseggiano. Diventa anche più fallosa la partita che fino a questo momento era stata molto corretta.

Al 91’ grande parata di Consigli, a causa di un rimpallo il pallone entra poi in rete, ma i giocatori del Napoli erano in fuorigioco e il gol viene annullato dopo aver controllato al VAR.

Al 95’ mentre i giocatori del Napoli sono concentrati a protestare per un fallo non fischiato al Sassuolo, Lopez prende un pallone in area, gira intorno a tre difensori che rimangono a guardare e arriva a tirare con lo specchio libero, Ospina prova a metterci una mano, tocca il pallone, ma questo termina in rete sfiorando anche le gambe di un avversario piazzato sulla linea di porta.

Cosa dire di più? Napoli sfortunato e Sassuolo fortunato a trovare il rigore al momento giusto. De Zerbi ha dato davvero un gioco alla Sarri e il Sassuolo si difende senza grossi affanni. Per il Napoli giornata nera, complice, forse, anche la partita di coppa.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj (70′ Mario Rui); Fabian Ruiz, Bakayoko; Politano (77′ Zielinski), Mertens (70′ Elmas), Lozano (64′ Petagna); Osimhen. 

A DISPOSIZIONE: Meret, Contini, Rrhamani, Maksimovic, Malcuit, Ghoulam, Lobotka, Demme. 

ALLENATORE: Gennaro Gattuso

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Ayhan, Chiriches (88’ Marlon), Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Muldur (81’ Kyriakopoulos), Traorè (69′ Defrel), Boga (81’ Obiang); Raspadori (88’ Bourabia).

A DISPOSIZIONE: Pegolo, Turati, Vitale; Peluso, Piccinini, Steau. 

ALLENATORE: Roberto De Zerbi

ARBITRO: sig. Mariani

RETI: 59’ Locatelli, 95’ Lopez

NOTE: ammoniti Locatelli, Manolas, Bourabia, Ospina.