LEICESTER – NAPOLI 2-2, NAPOLI SOTTO PER 2 RETI, PAREGGIA CON 2 RETI MERAVIGLIOSE DI OSIMHEN.

Molti errori in difesa e in attacco stavano costando la partita al Napoli
letto 210 volte
leicester-napoli.jpg

Napoli alla prova d’inglese. Contro una squadra tosta il Napoli deve confermare anche in Europa di essere vincente. Le tre vittorie in campionato devono essere confermate anche in Europa League.

Spalletti vuole un Napoli combattivo che confermi anche in Europa quanto di buono ha fatto in queste prime tre giornate di campionato. Il Leicester ha vinto due volte in campionato e perso due volte. Quindi si suppone che sia una squadra altalenante, e il tecnico inglese Rodgers parla benissimo del Napoli dicendo che è una squadra da Champions e Spalletti è un grande allenatore.

Va beh, si sa che gli elogi valgono poco, è comunque è un esordio in Europa League contro un avversario molto complicato e una delle favorite per la vittoria finale, il Leicester City di Brendan Rodgers.

Ma veniamo alla partita:

Nel primo tempo è stata una partita bella ed equilibrata. Parte meglio la squadra di Rodgers mettendo in grossa difficoltà il Napoli e trovando il vantaggio con Perez: azione in velocità dei padroni di casa, palla sulla fascia a Barnes che mette in mezzo dove Perez arriva in corsa e di interno al volo trafigge Ospina. LEICESTER 1- NAPOLI 0

Il Napoli esce nel finale rendendosi in più occasioni pericoloso e sfiorando più volte la rete del pareggio. Troppi errori in fase conclusiva non gli permettono di pareggiare.

Nel secondo tempo il Napoli prende il controllo della partita e crea numerose occasioni da rete che gli avanti azzurri sbagliano o per troppa fretta o per imprecisione, e mentre il Napoli attaccava il Leicester segna il raddoppio, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco millimetrico di Daka.

Nemmeno il tempo di gioire per il pericolo scampato che il Leicester segna di nuovo con Barnes. Questa volta il gol è valido, recupera palla in mezzo al campo Iheanacho, passaggio in profondità per Barnes che entra in area e con un tiro in diagonale batte Ospina. Ancora Malcuit non riesce a chiudere. LEICESTER 2- NAPOLI 0

Pochi minuti dopo con una azione nello stretto del Napoli targata Insigne, Fabian Ruiz e Osimhen che non si sa come estrae dal cilindro un pallonetto nell'area piccola riuscendo ad anticipare e battere Schmeichel. LEICESTER 2 – NAPOLI 1

Il Napoli insiste, esce Insigne ed entra Ounas, e finalmente all’87’ ancora Osimhen di testa raccoglie alla perfezione un assist al bacio di Politano e segna il pareggio. Esultanza del nigeriano che ha stupito un po' tutti per questi colpi a sorpresa. LEICESTER 2- NAPOLI 2 .

Una bellissima partita piena di capovolgimenti di fronte e che ha visto il Leicester andare in vantaggio per 2-0, grazie ai gol di Perez e Barnes. Il Napoli dopo molte occasioni riesce prima ad accorciare con Osimhen e poi, sempre con il nigeriano, a trovare il pareggio negli ultimi minuti.

Un punto a testa che farà sicuramente più piacere alla squadra di Spalletti. Nel prossimo turno il Napoli ospiterà lo Spartak Mosca, il Leicester andrà invece il trasferta contro il Legia Varsavia. 

LE FORMAZIONI

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina - Malcuit, Rrahmani, Koulibaly, Di Lorenzo - Anguissa, Fabian Ruiz - Lozano, Zielinski, Insigne - Osimhen.

A disposizione: Politano, Manolas, Zanoli, Ounas, Petagna, Elmas, Jesus, Idasiak, Boffelli.

ALLENATORE: Spalletti

LEICESTER (4-3-3): Schmeichel - Castagne, Evans, Vestergaard, Bertrand - Perez, Ndidi, Soumaré - Daka, Iheanacho, Barnes.

A disposizione: Lookman, Vardy, Ward, Pereira, Soyuncu, Thomas, Maddison, Tielemans, Choudhury, Albrighton, Dewsbury-Hall, Amartey.

ALLENATORE. Rodgers.

ARBITRO: Tiago Martins (Portogallo).

ASSISTENTI: Campos e Jesus.

QUARTO UOMO: Ferrerira.

VAR: Hernandez.

AVAR: Fernandez.

MARCATORI: Perez al 9’, Barnes al 64’, Osimhen al 69’, Osimhen all’87’