SALERNUM BARONISSI 1 - SCAFATESE 4, ANCORA UN POKER DI RETI PER LA SCAFATESE E PRIMATO SOLITARIO IN CLASSIFICA

letto 64 volte
2-163575817-131747728951762-8957911004817333278-n.jpg

Scafatese nel Segno dei 4: il titolo del celebre romanzo di Arthur Conan Doyle trova un'applicazione calcistica nel secondo tempo della sfida tra il Salernum Baronissi e i canarini di mister De Felice che, con un poker calato nei secondi 45 minuti, portano a casa la terza vittoria consecutiva in campionato e preserva il primato solitario in classifica.

Per la gara contro la compagine salernitana, che schiera gli ex Izzo e Cherillo, mister De Felice è costretto a ridisegnare la sua creatura a causa delle assenze forzate di Giacinti e Itri, e punta su Gambardella, Mejri esterno a sinistra, Formicola a centrocampo e la coppia d'attacco formata da Palumbo e Siciliano, con Malafronte e Simonetti in panchina.

Se le reti arrivano tutte nella ripresa non si può però dire che il primo tempo sia avaro di emozioni, con la Scafatese che inizia a macinare gioco fin dal primo pallone giocato: al 3' aggancio delizioso di Siciliano al limite dell'area con tiro, però, di poco a lato, mentre all'8' è Manzi a far tremare la retroguardia del Salernum con un colpo di testa terminato alto dopo il perfetto cross di Gambardella.

La Scafatese c'è ed è viva e lo dimostra sia all'11', quando la combinazione Siciliano - Palumbo meriterebbe sorte migliore, sia al 21' quando proprio all'attaccante classe 1983 viene annullato un gol per dubbia posizione irregolare; al 25' è Siciliano su calcio di punizione a chiamare agli straordinari Tesoniero, mentre l'unico acuto casalingo del primo tempo arriva un minuto più tardi con il colpo di testa poco preciso di Njie. Nella ripresa la Scafatese torna in campo con il piglio delle grandi squadre, sfiora il vantaggio per ben due volte, prima con Siciliano che anticipa Tesoniero e poi con il colpo di testa di Palumbo deviato in angolo, e poi reclama anche un calcio di rigore al minuto 51, in prima istanza fischiato dal direttore di gara che poi rivede la sua decisione dopo la bandierina alta del suo primo assistente. De Felice capisce che è il momento di inserire Malafronte ma a sbloccare il risultato è il capitano Gaetano Iannini al 61': il centrocampista numero 8 è bravissimo a fiutare la rete, si inserisce in un buco lasciato dalla squadra casalinga, accoglie un pallone di Cammarota delizioso e con il fare del killer sigla il vantaggio canarino.

Malafronte e Siciliano ricamano quella che potrebbe essere l'occasione giusta per il vantaggio al 67', ma al 70' arriva la doccia fredda per i giallobleu che subiscono il pareggio di Marrocco, lesto a correggere in rete una conclusione smorzata di Pecora. De Felice non ci sta a lasciare punti per strada, sostituisce Siciliano con Simonetti ma al 76' è il solito Malafronte a calare l'asso vincente con un colpo di testa letale su cross di Formicola, una giocata aerea imponente che vale il secondo vantaggio scafatese e che taglia letteralmente le gambe al Salenum, incapace di reagire una seconda volta e costretto a vedere gli ospiti andare nuovamente in rete all'82', con Simonetti bravissimo a chiudere un'azione da manuale da mostrare nelle scuole calcio, con un cambio di campo di 40 metri, un cross di prima intenzione e la zampata vincente del numero 19. Nei minuti di recupero arriva anche il tiro a giro sul secondo palo di Cammarota che lascia immobile Tesoniero e chiude definitivamente il match del Figliolia, stadio che porta bene alla Scafatese che proprio qui vinse matematicamente il campionato 2017/18. Altre 4 reti e altri 3 gol per una Scafatese che, col passare delle settimane, sta diventando sempre più cosciente delle sue potenzialità

SALERNUM: Tesoniero, Cardillo 02, Ruggiero 01, Njie, De Gregorio, Zoppino, Izzo (79' Sene), Fall, Marrocco, Mastrogiovanni 02 (57' Pecora), Cherillo (93' Matarese).

A disposizione: Cibelli, Borsa 03, Matarese 01, Bucciero 01, Buonocore, Matarese 02, Sene, Pecora, Romano 03.
Allenatore: Calabrese

SCAFATESE: Cappuccio 03, Gambardella, Mejri, Formicola 01, Maraucci, Manzi, Cammarota, Iannini (76' Lopetrone), Palumbo (60' Malafronte), Siciliano (70' Simonetti), De Sio (74' Granata).

A disposizione: Farina 01, Granata, Lopetrone, Manzo, Carotenuto 03, Di Palma 02, Elefante 02, Simonetti, Malafronte.
Allenatore: De Felice Severo

RETI: 61' Iannini, 70' Marrocco, 76' Malafronte, 82' Simonetti, 91' Cammarota

Arbitro: Domenico Petraglione di Termoli
Assistenti: Achille Beltrani e Carlo Pipola di Ercolano.
Note: Ammoniti: Njie (SB), De Sio (SC), Simonetti (SC) . Calci d'angolo: 4-4.