LEGIA VARSAVIA 1 NAPOLI 4, UN NAPOLI TRAVOLGENTE CHE DOPO AVER INSEGUITO PER TUTTO IL PRIMO TEMPO, NEL SECONDO PAREGGIA CON ZIELINSKY E DILAGA CON MERTENS, LOZANO E OUNAS

letto 184 volte
piotr-zielinski-esulta-dopo-il-gol-del-pareggio.jpg

Il Legia Varsavia ha perso tutte le ultime cinque partite giocate contro squadre italiane nelle competizioni europee, tre di queste sconfitte sono arrivate contro il Napoli. 

Il Napoli è imbattuto in competizioni UEFA contro squadre polacche: in cinque precedenti quattro successi e un pareggio. 

Quello di stasera è stato un Napoli travolgente che ha imposto il suo gioco ad un Legia che è stato fortunato a trovare la rete del vantaggio, nonostante il Napoli stesse controllando la partita, ma inaspettatamente gli azzurri si trovano ad inseguire per una rete di Emrel che sblocca il risultato con un’azione veloce: splendida azione veloce sulla sinistra di Mladenovic che taglia fuori Anguissa e serve Emrel nel cuore dell’area che mette dentro. Nulla da fare per Meret.

Doccia fredda per gli azzurri di Spalletti. La squadra non si demoralizza e, anzi, accentua il dominio palla. Numerose le azioni da gol, ma Anguissa, Lozano, Elmas ed una traversa di Zielinsky a portiere battuto non riescono a mettere dentro una palla gol che sembrava potesse pareggiare da un momento all’altro.

Il tempo finisce con il Napoli sotto per 1-0.

Per quanto visto nel primo tempo, alla squadra azzurra basta insistere nel secondo tempo per pareggiare. Ma serve cambiare qualcosa perché la difesa polacca negli ultimi 15’ finali del primo tempo, aveva preso le misure contro la profondità cercata dagli azzurri. Serve, quindi, cambiare qualcosa per arrivare in porta e segnare. Non dovrebbe essere difficile per gli uomini di Spalletti perché la squadra si è mostrata superiore anche nel palleggio. Il Legia dopo essere andato in vantaggio si è un po' seduto con rare ripartenze ed ha sempre atteso gli azzurri con la difesa ben schierata.

Nella ripresa il Napoli travolge letteralmente i polacchi del Legia, che non riescono più ad uscire dalla loro area e le rare ripartenze vengono spente immediatamente dalla difesa partenopea.

Dopo pochissimi minuti il Napoli beneficia di un rigore sacrosanto che Zielinsky al 50’ trasforma pareggiando i conti. LEGIA 1 NAPOLI 1.

Il Legia, che aveva creduto in una vittoria, crolla e così, dopo aver fallito altre occasioni, arriva la rete del vantaggio con Mertens su rigore al 75’  (aveva appena sostituito Zielinsky). Il belga spiazza Miszta con lo scavetto.  LEGIA 1 NAPOLI 2.

Al 78’ ancora gol del Napoli. Segna Lozano che approfitta di un passaggio in area di un generosissimo Petagna, che avrebbe potuto tirare lui ma passa a Lozano che di piatto mette dentro il 3-1. LEGIA 1 NAPOLI 3.

Ancora occasioni per gli azzurri che maramaldeggiano sul povero Legia e al 90’ portano il risultato sul 4-1 con Ounas che aveva sostituito Lozano. L’algerino entra in area e tenta il tiro, ma c’è il muro dei difensori del Legia, allora l’algerino si porta la palla sul destro  e tira segnando la rete numero 4.

Nei 5’ di recupero è ancora il Napoli a sfiorare la quinta rete con Politano e Rrhamani. Ma va bene così e il Napoli si porta a casa una vittoria ottenuta col piglio della grande squadra.

Il Napoli ha effettuato 29 tiri nella vittoria contro il Legia Varsavia della terza giornata della fase a gironi (10 tiri nello specchio della porta). Solo una volta i partenopei hanno realizzato più tiri in un match di UEFA Europa League – 32 contro l’FC Utrecht nel December 2010. 

Con questo secondo successo il Napoli si porta al comando con 7 punti proprio sul Legia che è a 6 del girone C di Europa League. Il Leicester ha pareggiato contro lo Spartak Mosca e il Napoli è solo al comando del girone. 

LE FORMAZIONI

LEGIA VARSAVIA (3-4-3): Miszta; Johansson, Wieteska, Jedrzejczyk, Rose; Ribeiro, Josué, Slisz (70′ Martins), Mladenovic; Kastrati (66′ Muci), Emreli (80′ Lopes), Luquinhas.  

A DISPOSIZIONE: Tobiasz, Rose, Celhaka, Kharatin, Ciepiela, Kostorz, Pekhart, Skibicki, Wlodarczyk. 

ALLENATORE: Golebiewski 

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani , Koulibaly, Juan Jesus; Demme (65′ Lobotka), Anguissa; Lozano (82′ Ounas), Zielinski (72′ Mertens), Elmas (65′ Politano); Petagna (82′ Zanoli).  

A DISPOSIZIONE: Idasiak, Ospina 

ALLENATORE: Spalletti 

ARBITRO: Visser (Belgio) 

AMMONITI: Elmas (N), Jedrzejczyk (L), Miszta (L) 

MARCATORI: 10′ Emreli (L), 51′ rig. Zielinski (N), 74′ rig. Mertens (N), 78′ Lozano (N), 90′ Ounas (N) 


UEFA EUROPA LEAGUE – GIRONE C

Pos.

 

Pts

G

V

N

P

DR

1

Napoli

7

4

2

1

1

5

2

Legia Varsavia

6

4

2

0

2

-4

3

Leicester

5

4

1

2

1

0

4

Spartak Mosca

4

4

1

1

2

-1