SCAFATESE-VICO EQUENSE 2-0, NON E' VERO CHE NON C'E' DUE SENZA TRE SCONFITTE. RISORGE LA SCAFATESE E LO FA CONTRO LA PRIMA DELLA CLASSE

letto 64 volte
2-malafronte-alessandro.jpg

E la terza domenica la Scafatese resuscitò: dopo due settimane di stop gli uomini di Severo De Felice, ritornato in panchina dopo la lunga squalifica a tempo, riassaporano la vittoria battendo in casa il Vico Equense, una delle compagini più in forma del momento, che si era presentata alla sfida di Scafati con un punto in più in classifica nei confronti dei padroni di casa.
Sul sintetico del "Giovanni Vitiello" la prima occasione arriva al 12', quando una sponda di Malafronte trae in inganno il portiere Napoli, ma ai canarini manca il guizzo per la rete; al 20' ci porova Cammarota con un destro che sibila di poco vicino al palo, ma per assistere al vantaggio canarino bisogna attendere il minuto 34, quando a siglare la rete dell'1-0 è il solito cecchino Alessandro Malafronte (nella foto in alto), finalmente tornato pienamente a disposizione, anche se il compito del numero 9 è facilitato dalla strepitosa serpentina di Simonetti, che serve al suo compagno di reparto un invito a nozze per il nono gol personale in stagione e per rompere una maledizione offensiva che in casa giallobleu andava avanti da 224 minuti (l'ultima realizzazione risaliva infatti all'incornata di Palumbo con l'Alfaterna).

Nella ripresa la Scafatese cerca in tutti i modi il raddoppio, mentre il Vico non riesce a trovare praticamente mai la via per la porta difesa da Cappuccio (zero saranno, al triplice fischio finale, le conclusioni della squadra di Ferrara); al 55' Napoli si distende sulla sinistra e riesce con un intervento miracoloso a dire di no a Lopetrone, al 56' Cammarota è poco preciso dopo la sponda del subentrato De Sio; passa il tempo e i canarini aumentano i ritmi: tra il 72' e il 76' i padroni di casa sfiorano il colpo del ko in ben 4 occasioni, due volte con Malafronte, prima di destro e poi di testa, poi con il siluro di De Sio e infine con l'incrocio di un ispirato Simonetti, poco preciso dopo un'ottima azione personale. Malafronte non riesce a chiudere il match nemmeno con il colpo di testa su calcio d'angolo del minuto 79, poi l'infortunio di La Gatti per gli ospiti rende più accesa la sfida e, soprattutto, più cospicuo il recupero. De Felice inserisce Palumbo (nella foto in basso) per il dolorante Simonetti e il bomber ripaga la fiducia addirittura al 100', facendo calare il sipario sul match e facendo muovere di altre tre lunghezze la classifica di una squadra che, nonostante la pesante sconfitta di domenica scorsa, resta aggrappata a sole due lunghezze dal primato in classifica.

SCAFATESE: Cappuccio 03, Itri, Gambardella (54' De Sio), Giacinti, Maraucci, Manzi, Simonetti (81' Palumbo), Lopetrone, Malafronte, Cammarota, Formicola 01.
A disposizione: Farina 01, Granata, Di Palma, Mejri, De Sio, Manzo, Elefante 02, Balzano 03, Palumbo.
All: De Felice Severo

VICO EQUENSE: Napoli, La Gatti 02 (87' Esposito 03), Correale, Cestaro, Boussaada, Pisapia (14' Ferrara), Imbimbo, Celentano (54' Conte), Marino (78' Manna), Petricciuolo, Guidoni 02 (54' Cassitto 02).
A disposizione: Borrelli, Ferrara, Esposito 03, Manna, Conte, Cassitto 02, Rapicano, Amorelli 02. Di Candro.
All: Ferrara Christian

RETI: 34' Malafronte, 100' Palumbo

Arbitro: Michael Guiotto di Schio
Assistenti: Mario Meo di Nola e Giuseppe Orazio di Frattamaggiore
Note: Ammoniti: Boussaada (V), Giacinti (S), Cammarota (S). Calci d'angolo: 6-1.