SCAFATESE - COSTA D'AMALFI 1-0, UN GUIZZO DI SIMONETTI REGALA LA VITTORIA AI CANARINI CHE SI RIAVVICINANO ALLA VETTA

letto 51 volte
34-scafatesecalcio.jpg

Un guizzo di Ciro Simonetti riporta la vittoria alla Scafatese di Severo De Felice che, imponendosi di misura sul Costa D'Amalfi, riprende la sua corsa in classifica, risuperando il Vico Equense e restando comunque aggrappata alle prime della classe.

Sul prato in erba sintetica del "Giovanni Vitiello" sono subito i padroni di casa a confezionare le prime occasioni da rete con Malafronte al 2' e con Simonetti al 9', ma in entrambi i casi la palla non varca la linea, prima perché la conclusione del numero 9 sibila vicino al palo destro della porta di Manzi e poi perché il colpo di testa del numero 7 viene bloccato miracolosamente dall'estremo difensore costiero. Il Costa d'Amalfi risponde con due conclusioni a giro di Stoia, ma sia sul tiro di destro che su quello di sinistro è bravissimo Cappuccio ad arrampicarsi all'incrocio, ma dopo il 12' la prima frazione si tinge completamente di giallobleu, con la squadra canarina che, nonostante non riesca a trovare lo spunto per il gol del vantaggio, inizia a diventare padrona del campo: al 16' Malafronte vede la sua conclusione ribatutta in calcio d'angolo dai cui sviluppi Manzi manca di poco lo specchio della porta, al 23' girata aerea dello stesso Malafronte che mette i brividi alla retroguardia amalfitana, mentre al 30' è Cammarota che non riesce a essere cattivo dopo la sponda volante di Formicola.

La ripresa si apre con lo stesso leit motiv della prima frazione, con i canarini dal baricentro alto che però trovano difficoltà nel concretizzare negli ultimi 16 metri, allora De Felice decide di sostituire Cammarota con Siciliano per provare a trovare più soluzioni in fase offensiva: il cambio dà i suoi frutti al minuto numero 68 quando l'esterno va via sulla sinistra e pesca in area Simonetti con un cross, il numero 7 non riesce in prima battuta a correggere in rete ma dopo una mischia trova la zampata che vale il gol del vantaggio e l'esplosione di gioia del "Vitiello". Si tratta del gol che decide il match perché il Costa D'Amalfi, nonostante qualche fiammata, non riesce a essere concreto dalle parti di Cappuccio, anzi è la Scafatese all'82' a creare l'azione del possibile raddoppio sull'asse Siciliano-Simonetti-Malafronte, con il sinistro di quest'ultimo che termina alto a Manzi battuto.

Il triplice fischio finale restituisce alla Scafatese la vittoria, la seconda nelle ultime 5 uscite in campionato, e concede alla compagine canarina un minimo di serenità, quella che è mancata probabilmente nelle ultime trasferte ma che è condizione necessaria e sufficiente per poter andare avanti sui due fronti stagionali. Oltre al campionato, infatti, la Scafatese deve concentrarsi anche in Coppa Italia, con la gara ricca di storia e fascino contro la Palmese nei quarti di finale: mercoledì andrà in scena, al Comunale di Ottaviano, il primo atto di una sfida che terrà calamitate le attenzioni di tutti gli appassionati di calcio campano.

SCAFATESE: Cappuccio 03, Itri, De Sio, Giacinti, Maraucci, Manzi, Simonetti (93' Mejri), Lopetrone, Malafronte, Cammarota (60' Siciliano), Formicola (93' Balzano).
A disposizione: Farina 01, Gambardella, Granata, Mejri, Manzo, Di Palma, Elefante 02, Balzano 03. Siciliano.
All: De Felice Severo

COSTA D'AMALFI: Manzi, Mancino, Cuomo, Parente, Orta 02, Proto, Vatiero (94' D'Auria), Ferraiolo 02 (90' Reale), Totaro (70' Carrafiello), Stoia (63' Vaccaro 02), Somma (78' Infante).
A disposizione: Della Spada, Imperiale 03, Amatruda 04, D'Auria 02, Vaccaro 02, Reale, Celentano 02, Carrafiello, Infante.
All: Proto Luigi

RETI: 68' Simonetti

Arbitro: Nicola Esposito di Napoli
Assistenti: Vincenzo Vernacchio e Anthony Di Minico di Ariano Irpino
Note: Ammoniti: Orta (C), Vatiero (C), De Sio (S), Formicola (S), Cappuccio (S). Espulso: Celentano (C, dalla panchina). Calci d'angolo: 4-3.