NAPOLI-MILAN 0-1, COMMENTO TECNICO-STATISTICO DI ALESSANDRO CARDITO

letto 131 volte
275205665-5022965201119226-1090944683098538701-n.jpg
Azzurri ed Azzurre Nell'Anima, buongiorno!
Napoli-Milan 0-1.
Azioni salienti 7-5, di cui, altamente pericolose 7-4.
Percentuali realizzative 0% - 25%.
 
Ne ho sentite tante, troppe. È stata una delle tante gare bloccate risolte da un episodio, in questo caso, opportunistico, ma anche fortunoso.
 
E giù narrazioni di epica impresa avversaria, meritevole e robe simili... Non corrette, anzi, forse scorrette.
 
Invece basta seguire la cronistoria della gara. Per rendersi conto che, nel primo tempo, il Milan non ha effettuato neanche un'azione pericolosa, tanto meno azioni altamente pericolose.
 
Il risultato del primo tempo è stato di 0-0, con un parziale di 3-0 sulle azioni salienti.
Al 1' Rrhamani, mezza girata da angolo. Al 12' il clamoroso fallo da rigore di Tomori su Osimhen, assurdamente non assegnato.
Al 19' tiro in corsa di Osimhen, da dentro l'area, fuori di poco, sul primo palo. 
 
Nel secondo tempo, il gol del Milan, al 49', scaturito dallo sviluppo di una punizione sulla trequarti avanzata mentre la difesa del Napoli arretra, forse troppo e dalla sua respinta, parte un tiro di Calabria, sballato, nella mischia, ma fortunosamente corretto in rete da Giroud, con una deviazione da attaccante d'area, molto ma molto fortunosa.
 
Doccia fredda per il Napoli che replica subito al 50' con un'ottima trama che porta ancora Osimhen al tiro di poco dentro l'area a cercare il palo lungo con parata di Maignan.
 
Al 55', Tomori, da angolo, colpisce debolmente di testa.
 
Dopo i cambi, forse tardivi, degli esterni alti azzurri, arriva un'azione personale di Adam Ounas, al 75', con conclusione a giro, molto pericolosa, di poco fuori sul secondo palo.
 
All'82' ci prova Lozano sul primo palo, partendo da sinistra. All'85', altro tiro di Osimhen, da posizione defilata a destra con parata di Maignan sul primo palo.
 
L'unica incursione di Theo Hernandez si verifica all'86' con parata di Ospina.
 
Infine Salemakers al 94', tutto solo, colpisce di prima, centralmente con paratona di Ospina che devia in angolo. Risultato sempre 0-1.
 
Azioni altamente pericolose del secondo tempo: 4-4. Totali 7-4.
 
Pertanto non si capisce dove ci sia stata questa netta superiorità tecnico-tattica del Milan. Se superiorità c'è stata è solo fisica.
 
Ad una rilettura attenta risulta quanto sopra senza trionfalismi di sorta.
 
A tutte le compagini spetterà contendersi altri 30 punti. Ad Inter e Bologna 33, per la partita da recuperare.
 
Ma da domenica prossima sembra un campionato chiuso per il Napoli che, invece, ha dimostrato ampiamente di sapersi sempre rialzare dalle sconfitte, e così ancora sia.
Pertanto, sempre indomabilmente, Forza Tutti, Forza Tutte, cioè Forza Napoli!