SCAFATESE CALCIO 1922, NUOVI TESSERAMENTI IN CASA SCAFATESE: FIRMANO ALTRI 6 GIOCATORI

letto 69 volte
14-scudetto-scafatese.png

Giornata proficua per la Scafatese Calcio 1922 che ufficializza sei calciatori, tra nuovi tesseramenti, ritorni in giallobleu e conferme.

Ecco i nuovi arrivi in casa canarina:

Pasqualino Esposito, leader difensivo classe 1993, con trascorsi importanti tra Serie C e Serie D con le maglie Foggia, Melfi, Potenza e Campobasso, mentre nell'ultima stagione è stato in forze al Mondragone. Esposito si è dichiarato felice di sposare la causa canarina: "Sono contento che la società mi ha cercato e sono entusiasta perché si sta allestendo una squadra di vertice e che vuole lottare. Mi sento carico per poter giocare in una piazza come Scafati".

Antonio Napolitano, centrocampista classe 1988 proveniente dal Savoia e con una lunga esperienza nella categoria con San Giorgio, Puteolana, Casoria, Audax Cervinara e Lions Montemiletto. "La Scafatese è una squadra dalla grande storia" - ha dichiarato - "Cercherò di ritagliarmi un posto in tale storia dando il mio contributo in questa stagione".

Luigi Tagliamonte, esterno d'attacco classe 1999, proveniente dalla Mariglianese e con esperienze di spessore con Gelbison, Nola e Sarnese: "Sono fiero di poter portare addosso questa maglia pesante. Prometto di dare il massimo, non vedo l'ora di iniziare".

Vincenzo Manzo, centrocampista classe 1996, le sue 116 presenze a partire dal 2016, nelle sole gare di campionato, ne fanno il calciatore in attività con più apparizioni in maglia giallobleu: "La Scafatese è una delle squadre più prestigiose del calcio campano, io sono onorato di farne parte oramai da tanto tempo, sia per l'amore verso la maglia sia per i tifosi che in questi anni non hanno mai fatto mancare il loro supporto".

Alfonso Russo, difensore classe 2000, ritorna in casa Scafatese dopo le esperienze con Sant'Antonio Abate e Alfaterna: "Il Presidente Giordano e il Direttore Vitaglione mi hanno dato l'opportunità di vestire nuovamente la maglia giallobleu e di giocare per la mia città e questo mi rende felice. Inoltre sarà un onore poter giocare allo Stadio che porta il nome di Giovanni Vitiello, mio vecchio allenatore ai tempi delle giovanili".

Francesco Di Pasquale, centrocampista classe 2003 che, nonostante la giovane età, può vantare già esperienze in piazze di primo livello come Juve Stabia e Brindisi: "Sono molto carico e felice per poter iniziare questa stagione in una nuova squadra, adesso non ci resta che dare il massimo e far parlare il campo".