FAIANO-SCAFATESE 1-2, RIPRENDE LA CORSA LA SQUADRA DI SCAFATI CHE VINCE MERITATAMENTE NEL VENTO ARTICO

letto 237 volte
30-scudetto-scafatese.png
Riassapora la vittoria la Scafatese che al Provenza di Montecorvino Rovella riprende la sua corsa imponendosi per 1-2 sul Faiano. Mister Liquidato, costretto a fare a meno di Cavaliere squalificato, parte con il 3-5-2 con Botta tra i pali, solito tridente difensivo Trezza, Esposito e Masullo, esterni Di Pasquale e Iommazzo, centrocampo con Canale, Napolitano e Costantino a sostegno della coppia di attacco Evacuo-Alvino. Dall'altro lato del campo il tecnico biancoverde Giovanni Serrapica punta sul 4-3-3 con Senatore estremo difensore, Somma e Grande terzini, Ietto e Consiglio difensori centrali, centrocampo con Sebbouh play, Irpino e capitan Erra e tridente con Lucignano, Pellegrino e Campione.
 
Sul prato in sintetico del Provenza sono subito i canarini a rendersi pericolosi con la conclusione di Alvino deviata in angolo al 2' e con il tentativo di Napolitano al 14', mentre i padroni di casa si fanno sentire per la prima volta al 18' quando Pellegrino riesce a staccare in area di testa e manca di poco lo specchio.
 
La gara inizia a prendere la strada di Scafati al minuto numero 24: il bomber Evacuo gira la sfera con un sinistro volante e chiama agli straordinari Senatore, costretto a rifugiarsi in corner; dagli sviluppi del tiro dalla bandierina è svetta in area Giuseppe Trezza che non lascia scampo e firma il vantaggio scafatese. Braccia al cielo per il difensore che, con 2361 minuti giocati, è il calciatore più utilizzato della stagione giallobleu.
 
Il vento la fa da padrona al Provenza e anche nella ripresa la manovra delle due squadre viene spesso frenata dalle improvvise folate; Napolitano prova ad approfittarne al 50' provando a beffare Senatore da calcio di punizione ma la Scafatese trova il raddoppio dieci minuti più tardi quando Iommazzo ricama un cross al bacio all'interno dell'area di rigore e Costantino ruba il tempo all'intera retroguardia casalinga mettendo a segno il suo terzo centro stagionale. Serrapica prova a rispondere mettendo in campo Bove e Troiano e proprio quest'ultimo accorcia le distanze al 69' con un facile tap-in dall'interno dell'area, dopo che Botta si era disteso con grandi riflessi alla conclusione di Pellegrino. I padroni di casa tentano di alzare il baricentro nel tentativo di rimettere in equilibrio il match ma le occasioni più ghiotte capitano alla Scafatese con Alvino che per due volte non riesce a scrivere la parola fine alla gara, prima con un destro deviato da Senatore sul palo e poi con un sinistro a lato.
 
Il triplice fischio finale vale per i canarini il ritorno alla vittoria sul campo del Faiano che mancava addirittura dalla stagione 2014/15, quando i salernitani furono puniti dalle reti di Angelo Teta e Marco Pepe. Inoltre, in virtù dell'1-1 tra Agropoli e Ercolanese, gli uomini di Liquidato si mettono a una sola lunghezza dal secondo posto in classifica.
 
[5 Febbraio 2023, Stadio "Provenza" di Montecorvino Rovella]
 
FAIANO: Senatore, Somma 04, Grande, Irpino (55' Troiano), Consiglio, Ietto, Lucignano 04 (55' Bove 03), Erra, Campione, Sebbouh (82' Coiro), Pellegrino.
A disposizione: Barone 03, Sangiovanni 05, Memoli 06, Bove 03, Caponigro 05, Coiro 06, Viscido, Lopetrone, Troiano
Allenatore: Serrapica Giovanni
 
SCAFATESE: Botta 04, Trezza, Esposito, Masullo, Costantino, Iommazzo, Canale, Napolitano (79' Manzo), Di Pasquale 03, Evacuo (79' Tagliamonte), Alvino.
A disposizione: Scarpati, Colantuono 03, Tagliamonte, Salvatore 04, Iovinella, Marsiglia 04, Vassallo 05, Manzo, Frulio.
Allenatore: Liquidato Stefano
 
RETI: 24' Trezza, 60' Costantino, 69' Troiano
 
Arbitro: Michele Aprile di Caserta
Assistenti: Luca Arcella di Frattamaggiore e Mario Scala di Castellammare di Stabia
Note: Ammoniti: Canale (S), Botta (S), Costantino (S). Calci d'angolo: 5-3.