POMPEI, RASSEGNA ESTIVA, COSMO PARLATO E IL GRUPPO "FREAK OPERA"

Cosmo Parlato è tornato sulla terra. L'emozione, la sorpresa, la poesia musicale dell'altro mondo.
letto 2124 volte
img-8719.jpg

Cresce l’attesa per il concerto di Gennaro Cosmo Parlato (nella foto in alto) in programma, domenica sera, a Pompei, in piazza Bartolo Longo.
L’artista, il cui show rientra all’interno della programmazione estiva allestita dall’Ente, domenica sera presenterà al pubblico pompeiano l’anteprima assoluta del suo nuovo tour.
Ad aprire il concerto sarà la band “Freak Opera” (nelle foto sotto). L’orario di inizio dei concerti è previsto per le ore 22.  

Un'onda elettrica è pronta a sommergere gli statici lidi della musica italiana. Un album di inediti sorprendentemente new wave, la voce interstellare vaga tra "Stelle cadenti" e "Vega", si irradia "Ipnotica" e ti imprigiona come un "Rapimento Alieno". Allacciate le cinture, che il viaggio della vita, in spazi sonori inesplorati, abbia inizio. Benvenuti nel mondo di "Cosmopolitan"! 

Guarda e ascolta "Rapimento Alieno". il primo singolo di Cosmo Parlato che anticipa l'album "Cosmopolitan" in uscita a ottobre 2014. 

Guarda il Video:  www.youtube.com/watch?v=VWK6NyDz3Rg

Ascolta il brano: www.arealive.it/RapimentoAlieno.mp3 

CHI E' COSMO PARLATO

Frequentare l'insidioso territorio del cross over (mischiando canto pop e canto lirico), utilizzando maschere teatrali, non è impresa per tutti, specialmente in Italia.

Non poteva non accorgersene quella vecchia volpe catodica di Piero Chiambretti, che all'apice della sua verve di talent-scout convoca Cosmo Parlato nel cast fisso di Markette, lanciando nell'etere la voce siderale del cantautore ed interprete nato a Napoli (il che, si sa, è giù una marcia in più).

Trucco ed acuti al limite dell'umanamente possibile, Cosmo Parlato s'impone nell'immaginario collettivo come delicato guastafeste della tv, furoreggiando al Dopofestival di Sanremo e nel frattempo convincendo la tigre di Cremona, alias Mina, sedotta dalla sua penna, a fiondarsi in studio e registrare “Fragile”, best song dell'album Bula Bula. E mentre il nome di Parlato-autore comincia a girare nell'ambiente che conta, ecco un paio di dischi di covers che tutto sono fuorché quello che dichiarano. Con giocosa furia iconoclasta, Cosmo sbriciola gli effimeri miti degli anni '80 italiani e stranieri: “Che cosa c'è di strano” e “Remainders” sono l'esordio discografico, cui fa seguito una serie di collaborazioni cool, dal geniale Caparezza, cui Cosmo dona la voce in una straniante “La mia parte intollerante”, boom dell'estate 2007, fino ad Enrico Ruggeri, con cui l'artista partenopeo duetta in “Agguato a Marrakech”, in un album tutto di inediti, “Soubrette”, che svela al pubblico il Parlato più cantautorale.

E alla fine Napoli si accorge del suo figlioccio volato bambino verso cieli toscani, e John Turturro lo vuole con sé nel film-cult “Passione”.

La “Maruzzella” di Cosmo brilla tra le perle di un film, e poi di un tour e poi di un dvd e poi di un cd live, che non smette di mietere successi. Inevitabile un intero cd, “Terra mia”, di canzoni napoletane, interpretati con gusto ed intelligenza, e con duetti apparentemente incoerenti, e perciò sublimi: Angela Luce, Francesco Bianconi, Giusy Ferreri. E un inedito, “Magnificat”, che appena nato sembra già un classico. Lo straordinario viaggio musicale continua verso nuovi spazi interstellari mai esplorati prima. 

Facebook: www.facebook.com/cosmoparlatofanpage

CHI SONO I "FREAK OPERA"

Il gruppo si esibisce in uno spettacolo che alterna il rock al teatro-canzone tra atmosfere che alternano ballate folk, tinte jazzy, bossanova e attitudine punk.

Ne fanno parte Rocco Traisci (voce), Claudio Cesarano (chitarra) Ilaria Scarico (basso e flauto traverso) Mario Paolucci (chitarra elettrica), Dario Patti (violino), Vincenzo Miele (batteria), Antonio Mosca (Oste personale) a cui si aggiungono fino al 2013 Giovanni Volpe (batteria e percussioni) e Antonia Harper delle Cardamomò al violino.

La prima esibizione è datata febbraio 2011 presso la galleria d’arte contemporanea “Isi Arti Associate” (Napoli) In seguito la band si è esibita in varie realtà locali e nazionali: U-Turn (Napoli), PompeiLab, Ferro Tre, Equobar, Busker Festival di Ferrara, Faito Doc Festival, Mariniello Jazz Club (Sorrento), Golem Teatro (Aversa), preview del Campania Eco Festival presso la Vineria Buio (Nocera Inferiore).

“Restate umani” è il primo disco ufficiale della band, prodotto alla Monopattino Recording Studio di Sorrento e dato alle stampe ad ottobre 2013.

 I primi due video ufficiali sono “Gli Impressionisti”, realizzato da Pier Paolo Patti per Mastofabbro Produzioni (luglio 2013) e “Aspettare una rosa” per la regia di Luca "Fucksia" Marino (ottobre 2013).

 Tra i riconoscimenti più recenti - Ascolto del mese, categoria Italiani – RUMORE –gennaio 2014 per l’album Restate Umani - Vincitori del contest nazionale per Campania Eco Festival – maggio/giugno 2014 - Partecipazione ai maggiori festival regionali: CEF (Nocera, Fosso Imperatore con Dente) - MEETING DEL MARE (Marina di Camerota, giugno 2014) PUMMAROCK festival (Sant’Antonio Abate settembre 2014) -