IL NAPOLI ARCHIVIA LA PRATICA CHIEVO NEL PRIMO TEMPO, POI, DOPO IL 3-0 SENTE UN PO’ DI STANCHEZZA E I VERONESI SEGNANO LA RETE DELLA BANDIERA

Aleggia sull’incontro la polemica ADL/Sarri

Prima della gara del Napoli con il Real Madrid si parlava che una eventuale sconfitta del Napoli non avrebbe lasciato il segno sulla squadra e sui giocatori, ma evidentemente non era così, qualcuno ci è rimasto male, ed è il Presidente De Laurentis. Più che altro ADL non ha condiviso alcune scelte sui giocatori da far giocare. Ora, fermo restando il fatto che il Presidente ha tutto il diritto di criticare il suo tecnico e le sue scelte, ma lo deve chiamare in camera caritatis e dire a Sarri ciò che non gli piace e che non va. Parlare ai giornali e tv, è sinonimo di vigliaccheria, anche perché prima non ha mai parlato quando si è vinto per 18 partite consecutive, Adesso, invece, parla, anzi, straparla, su una sconfitta che tutti davano per certa contro i mostri madrileni. 

Forse il gol di Insigne lo aveva illuso e quindi è comprensibile che la sconfitta per 3-1 lo abbia amareggiato, anche noi lo siamo stati, ma poi, a mente fredda, ci rendiamo conto che la sconfitta ci stava, visti anche i risultati del Barcellona, che ha perso per 4-0 con il Paris San Germain, e l’Arsenal che perde per 5-1 con il Bayern di Ancelotti. 

Tutti, prima della partita, avevano detto che la squadra che doveva affrontare il Real era la stessa che stava facendo sfracelli in campionato. Se non ha reso il 100% è dovuto al nervosismo e all’importanza della gara, giovani come Zielinski ha reso al 50% perché sono giovani e trovarsi di fronte questi grandi calciatori non li ha aiutati. Gli stessi Callejon e Albiol sono stati presi dall’orgasmo, eppure erano i più navigati. Koulibaly ha reso pochissimo, eppure è uno dei più bravi. 

E’ chiaro che sull’utilizzo dei giocatori abbiamo anche noi delle riserve, vedi Rog, una vera forza della natura, ma caro De Laurentis, noi che ti abbiamo sempre difeso contro le critiche dei tifosi e dei commentatori televisivi, adesso non possiamo dirti altro che hai sbagliato. Quello che avevi da dire lo dovevi dire al chiuso del tuo ufficio. 

Ci chiediamo il perché di questa “sparata”, forse hai capito che Sarri si sta accordando con un’altra squadra? Forse hai paura che la Juventus te lo rubi? Solo questo può in un certo modo scusare questa tua “sparata”, altrimenti hai toppato caro ADL. Hai creato una spaccatura tra te e il tecnico, che oltre tutto è ambito da molte squadre italiane ed estere.. 

Ma veniamo alla partita, come al solito il Napoli domina con il possesso palla una gara che il Chievo affrontava pieno di paura per la forza del Napoli. E così, al 31’ il solito Insigne apre le marcature con un capolavoro, solito tiro a giro che beffa il portiere del Chievo Verona. Al 38’ invece è Hamsik che raddoppia e nel secondo tempo chiude la pratica Chievo Zielinski al 13’. Ma il Napoli rallenta e così il Chievo, con Meggiorini al 27’ segna la rete che riapre (?) la partita. In realtà è uno svarione del solito Koulibaly che mette Meggiorini in grado di segnare. Quello che viene dopo è frutto di stanchezza e anche di appagamento. Ma assolutamente nessuna sofferenza, tranne la stanchezza del match con il Real Madrid.

Ha esordito Pavoletti dal primo minuto e, sinceramente ha deluso, non ci sembra che si sia ancora inserito negli schemi della squadra. Riposava Mertens.Nel finale poi Pavoletti veniva sotituito da Milik, che in quei 20’ ha fatto vedere che gli manca solo il ritmo partita, ma ha fatto meglio di Pavoletti.

Saranno state le polemiche, ma Sarri fa turn over cambiando 4 giocatori. Torna Allan al posto di Zielinski, Torna Jorginho al posto di Diawara, entra Pavoletti al posto di Mertens e Albiol riposa (al suo posto Maximovic). 

La squadra di Maran è temuta come al solito, oggi più che mai visto i risultati ultimi. Ma il Napoli c’è, il gioco anche e anche il possesso palla che annichilisce il Chievo Verona. Gli azzurri con calma attendono il momento di colpire. Ci provano Hamsik e Insigne, ma Sorrentino fa buona guardia.

Per la verità è il Chievo che sfiora la rete con Inglese in contropiede, su passaggio sbagliato di Insigne, ma Reina fa buona guardia e para. Lo spavento però mette le ali al Napoli che, al 31’ con Insigne esegue il suo pezzo di bravura, tiro a giro e palla nell’angolino, senza che Sorrentino possa farci niente. 0-1. 

Si concretizza così il dominio del Napoli che, al 38’ trova il raddoppio con Hamsik che insacca a porta vuota. 0-2. 

Finisce così il primo tempo e con l’infortunio di Allan che così dà spazio a Zielinski. Entra Meggiorini al posto di Radovanovic. Al 13’ del secondo tempo, con un tiro dal limite, Zielinski batte Sorrentino, con leggera deviazione. 0-3. Il risultato evidentemente appaga la squadra azzurra, se poi ci si mette anche la stanchezza della partita con il Real, si capisce perché il Chievo cominci a prendere il sopravvento. Poi ci si mette anche Koulibaly con la sua solita “prodezza” e Meggiorini si trova a tu per tu con Reina e lo batte al 27’. Entra Milik al posto di uno spaesato Pavoletti, ma il Napoli resta a guardare e il Chievo si rende pericoloso più volte.Vedere un napoli “soffrire” il Chievo non è normale e quindi pensiamo all’appagamento e alla stanchezza. Nel finale viene annullato un gol regolare a Giaccherini. Finisce la partita con il risultato di 3-1 per il Napoli. Un risultato utilissimo per non perdere terreno dalla Juventus e dalla Roma che continuano a vincere. 

La speranza che la polemica Sarri/ADL finisca qui, altrimenti Sarri potrebbe prendere il volo. Il Milan, l’Inter, la Juventus, ma anche molte squadre straniere farebbero carte false per averlo, anche se c’è una penale di 8 milioni di euro da pagare. 

Caro ADL, è il momento di pensare alla tranquillità della squadra, visto che c’è un ritorno da affrontare con il Real e che il passaggio del turno non ci è ancora precluso. Pensa invece a chiudere il contratto con Insigne, visto che tu stesso hai detto che è l’unico che ha mostrato “la cazzimma”. E sembra che in settimana ci sia un incontro tra la società e Insigne. 

Un altro caso di non facile soluzione è quello del difensore Faouzi Ghoulam, appetito del Bayern Monaco e del Saint Etienne, ma non solo, altri club lo cercano. Aumentare il suo ingaggio di appena 800.000 euro è d’obbligo. Lui chiede almeno 2.500.000 a stagione. 

In entrata ci sarebbe Laxalt del Genoa e Nestorosky del Palermo. Il Genoa vorrebbe Giaccherini in cambio e soldi.

CHIEVO-NAPOLI 1-3

CHIEVO VERONA (4-3-3): Sorrentino 6; Cacciatore 5, Gamberini 6, Spolli 6, Gobbi 6; Izco 6, Radovanovic 5 (1' st Meggiorini 7), Hetemaj 6; Castro 6 (18' st De Guzman 6), Inglese 5 (26' st Gakpé 6,5), Birsa 6. 

A DISPOSIZIONE: Seculin, Confente, Frey, Dainelli, Cesar, Sardo, Rigoni, Bastien, Depaoli. 

ALLENATORE: Maran 6

NAPOLI (4-3-3): Reina 7; Hysaj 6, Maksimovic 6,5, Koulibaly 5, Ghoulam 6; Allan 6 (42' Zielinski 6,5), Jorginho 6,5, Hamsik 7,5; Callejon 6,5, Pavoletti 5 (26' st Milik 5,5), Insigne 8 (34' st Giaccherini 6). 

A DISPOSIZIONE: Rafael, Sepe, Strinic, Chiriches, Maggio, Albiol, Diawara, Rog, Mertens. 

ALLENATORE: Sarri 7

ARBITRO: Irrati

MARCATORI: 31' Insigne (N), 38' Hamsik (N), 13' st Zielinski (N), 27' st Meggiorini

AMMONITI: Cacciatore (C)

PRESENTAZIONE LIBRO DI FRANCESCA GERLA E PINO IMPERATORE IL 24 A PAGANI

MONTECORVINO PUGLIANO (SA), RIMOZIONE DEL BUSTO DI GIORGIO ALMIRANTE. DEPOSITATO UN ESPOSTO AL PREFETTO E ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA

IL GRUPPO CONSILIARE: Martone Pierpaolo, Nardiello Silvana, Ventriglia Stefania, Toriello Giovanni IL CAPOGRUPPO: Domenico di Giorgio

BASKET SCAFATI 1969, SCAFATESE CALCIO1922 E GIVOVA INSIEME PER I BIMBI AFGHANI

DOPPIA DATA A ROMA PER IL SOGNO DELLA CRISALIDE

26 Febbraio – Club 55 Pigneto – Via Perugia, 14 - Roma - 27 Febbraio – Teatro Arciliuto – P.za di Montevecchio, 5 – Roma

RIVOL.CRISTIANA, ROTONDI: BERLUSCONI E' L'ULTIMA DIGA, POI C'E' LA NOTTE DELLA REPUBBLICA

SCAFATI, GIU' LE MANI E LE PRESSIONI DAI COMMISSARI DI GOVERNO: PREOCCUPAZIONI DA PARTE DI EX CONSIGLIERI E DIRIGENTI COMUNALI

Segretaria comunale: sia una nomina chiara e non #CANDIDA. Ci fidiamo dei Commissari.

POMPEI, PARTECIPA A "M'ILLUMINO DI MENO" CAMPAGNA A SOSTEGNO DEL RISPARMIO ENERGETICO: 24 FEBBRAIO 2017

Mezzostampa WebTv

+ Slide
- Slide
  • IL LIBRO: 28 GIORNI - STORIE DI MADRI di Francesca Cutino

  • DIARIO DI UNA FOOD WRITER...a cura di Francesca Cutino

  • Donne nel Sarno. Recupero della Panda Gialla

  • Calendario Mezzostampa 2013

  • 'Reality' di Garrone - I protagonisti al Modernissimo

  • MARCIA PER IL MAURO SCARLATO - 12 GIUGNO 2012

  • notte bianca a scafati.MP4

  • Con Mezzostampa ed Enrico Oro alla Notte Bianca di Scafati tutto può accadere....avi