SBANDIERATORI CAVENSI. SABATO 18 MARZO L'APERTURA UFFICIALE DELLE CELEBRAZIONI DEL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO

letto 231 volte
sbandieratori-9ebd1715-221f-49b6-9465-618f537cac94.jpg

Prenderanno il via ufficialmente sabato 18 marzo 2023 le celebrazioni per il Cinquantesimo anniversario della fondazione dell’Ente Sbandieratori Cavensi-Città di Cava de’ Tirreni.

Era infatti il 5 marzo 1973 quando la prima assemblea approvava lo statuto del gruppo sbandieratori “Città della Cava” che tredici anni dopo avrebbe cambiato la propria denominazione in quella attuale di “Sbandieratori Cavensi”.

Dopo aver celebrato la ricorrenza con gli associati lo scorso 5 marzo presso la Sala “Mimmo Sorrentino” sede dell’associazione, nel suggestivo scenario del Complesso monumentale di San Giovanni al Corso Umberto I, 122, due momenti scandiranno, l’apertura del cinquantennale in un evento rivolto a tutta la cittadinanza.

Alle ore 11.00, la conferenza stampa di presentazione del programma ufficiale delle celebrazioni, degli eventi e delle manifestazioni che saranno organizzati dall’Ente.

Alla conferenza interverranno, tra gli altri: il Presidente dell’Ente Sbandieratori Cavensi, Domenico Burza; l’Assessore alla cultura di Cava de’ Tirreni, Armando Lamberti; l’Assessore all’istruzione e al patrimonio, Lorena Iuliano; la Presidente della Federazione italiana sbandieratori, Antonella Palumbo; il Presidente dell’Associazione trombonieri sbandieratori e cavalieri di Cava de’ Tirreni, Pasquale Trezza; il Segretario dell’Associazione Sbandieratori di Arezzo, Sergio Rossi; il Presidente dell’Associazione Giornalisti Cava de’ Tirreni-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”, Francesco Romanelli.

Alle ore 19.00, nei giardini del Complesso di San Giovanni, ad un breve corteo lungo il corso porticato, farà seguito lo spettacolo inaugurale dei festeggiamenti, un’esibizione che racconterà la storia degli Sbandieratori Cavensi dal 1973 ad oggi ed a cui parteciperanno, con i costumi e le bandiere della loro epoca, sbandieratori e musici rappresentanti dei cinque decenni della storia associativa.