CAVA DE' TIRRENI, LA POLIZIA DI STATO DENUNCIA 5 PERSONE PER VIOLAZIONE DELLE NORME IMPOSTE PER LIMITARE LA DIFFUSIONE DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS.

letto 199 volte
polizia-controlli-coronavirus-e1584976364837.jpg

Nel corso dei servizi di vigilanza effettuati nella giornata di ieri dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’Tirreni, un 37enne di Nocera e due quarantenni residenti in comuni della Valle dell’Irno, sono stati fermati mentre si aggiravano nei pressi della locale Stazione Ferroviaria, sprovvisti di pertinente autocertificazione. Alle domande degli agenti circa la loro presenza, i tre hanno tentato di giustificarsi dicendo di essere in attesa dei mezzi pubblici per fare rientro presso i comuni di rispettiva residenza non fornendo tuttavia valide motivazioni circa la necessità che ne aveva determinato lo spostamento nel comune di Cava de’ Tirreni.

Altri due giovani cavesi, entrambi pregiudicati, sono stati invece controllati in una frazione collinare della città, anch’essi sprovvisti di autocertificazione. Ai poliziotti hanno dichiarato l’urgenza di dover effettuare delle commissioni, ma anche in questo caso non hanno saputo giustificare il loro allontanamento dalle rispettive abitazioni.  Inoltre, durante il controllo, gli Agenti hanno notato una particolare insofferenza di uno dei due giovani che, infatti, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di sostanza stupefacente del tipo HASHISH, già suddivisa in dosi.

La droga è stata sottoposta a sequestro mentre per il giovane è scattata anche la denuncia per  il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Dall’inizio dell’emergenza, 50 sono le persone denunciate dai poliziotti di Cava de’ Tirreni  per  inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, per false attestazioni o dichiarazioni a Pubblico Ufficiale o per altri reati.