ASSOCIAZIONE SAN BONAVENTURA, CULTURA E INNOVAZIONE PRESENTA LA PRIMA ESCAPE ROOM CULTURALE A NAPOLI: LA CULTURA IN GIOCO, ANTEPRIMA STAMPA

COMPLESSO MONUMENTALE SAN LORENZO MAGGIORE, BIBLIOTECA FRA LANDOLFO CARACCIOLO, VIA DEI TRIBUNALI 316 NAPOLI - 13 DICEMBRE, ORE 10,30
letto 59 volte
san-lorenzo-escape-13-dicembre.jpg

Un frate francescano, il libro della Cronaca, una biblioteca antichissima in un luogo unico nel cuore di Napoli, enigmi da risolvere e segreti da svelare per conoscere la storia i misteri della città partenopea e districarsi in un labirinto virtuale, che mescola l’ antico con il moderno. 

Si tratta della prima Escape Room culturale ambientata nelle monumentali sale di un Convento - quelle della biblioteca di Fra Landolfo Caracciolo nel complesso di San Lorenzo Maggiore. Un’esperienza di gioco emozionale e intrigante basata su un racconto ispirato a fatti realmente accaduti a Napoli. 

Il 13 dicembre alle ore 10,30 sarà presentato in anteprima stampa il progetto San Lorenzo Escape, realizzato a cura dell’Associazione San Bonaventura Onlus in collaborazione con i Frati Minori Conventuali, con la possibilità di giocare e testare l’esperienza originale di questa iniziativa unica nel genere. 

Ore 10.30 - saluti istituzionali

  • Padre Angelo Palumbo Ofm Conv. Superiore del Convento di San Lorenzo Maggiore
  • Luigi De Magistriis Sindaco della città di Napoli
  • Francesco Failla Vice Presidente ABEI (Associazione dei Bibliotecari Ecclesiastici Italiani)
  • Rosa Maiello Presidente AIB (Associazione Italiana Biblioteche) 

Ore 11.00 - Interventi

Carlo Caccavale (Associazione San Bonaventura Onlus) . Il progetto San Lorenzo Escape

  • Daniele Ferraiuolo (Università Suor Orsola Benincasa di Napoli) La storia raccontata per enigmi 

Laura Del Verme (Consiglio Nazionale delle Ricerche – IRISS) . L’arte del coinvolgimento come modello di promozione dei beni culturali

Conclude

  • Rosanna Romano Direttore Generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania Modera
  • Luigi Arrigo Direttore della Biblioteca dell’archivio Diocesano di Alife Caiazzo