ANGRI (SA), PRESENTAZIONE DEL LIBRO "PROF ON THE ROAD-INFLUENCER DI CLASSE" (DELTA3 EDIZIONI) DEL PROF.LUIGI NOVI

25 giugno ore 20 nel giardino delle suore Battistine ad Angri. posti limitati e programmati nel rispetto delle norme anti Covid
letto 551 volte
60bace9b-7f30-403f-9b1e-5b9c316ff250.jpg

Un libro giovane, scritto da un giovane professore, che si dedica con il cuore e con la mente al suo delicato ed importante compito. Una riflessione in progress sul ruolo docente, ricca di entusiasmo e di emozioni, che si avvertono palpabili ed intense, man mano che ci si addentra nella lettura di queste pagine … che sanno di buono, di vero, di bello.

Stiamo parlando di Prof on the road – Influencer di classe (Delta3 Edizioni), scritto dal professor Luigi Novi.

Un libro che racconta, quindi, il mondo della scuola attraverso gli occhi di un giovane professore che sa bene quanto lui stesso dovrà imparare da quella scuola.

«Prof on the road perché tra le mura delle nostre aule siamo chiamati a spianare strade, a tracciare percorsi, ad aprire orizzonti – ha dichiarato il professor Novi - Non fatevi, però, ingannare dal sottotitolo: non sono assolutamente un influencer, anche se, pensandoci bene, noi professori, forse, un po’ lo siamo. Non promuoviamo brand o prodotti, ma possiamo fare la differenza nella vita dei nostri studenti, lasciando tracce indelebili nella loro memoria. La scuola, oggi, più che mai, ha bisogno di influencer. O meglio, ha bisogno di docenti influencer, e anche di influencer docenti, con lo smartphone e un profilo Instagram o Facebook. Ad una condizione, però: che siano influencer di classe».

Qualche settimana dopo la sua prima supplenza, Luigi Novi decise di aprire prima una pagina Facebook, poi un canale Youtube, successivamente un canale Instagram.

«Dovevo essere “sul pezzo” e carpire di più i segreti dei social media e, per farlo, dovevo “viverli”. E scoprii un mondo virtuale parallelo che stava prendendo il sopravvento sulla realtà e capii che se avessi voluto continuare a vivere nel mondo reale, avrei dovuto imparare a cavarmela anche nel mondo della rete. Servirmi di essa per arrivare ai giovani ed aiutarli a credere ancora nello studio e nell’impegno come strumenti fondamentali per realizzare i loro sogni e per dirottare le loro omologate emulazioni dagli influencer, seguiti da milioni di followers, al fantastico mondo della varietà dai sogni, dove occupano un posto magico privilegiato anche i fantastici idraulici. E ci sarei riuscito non certo demonizzando il fenomeno degli influencer che esiste, appassiona milioni di persone e fa parte della nostra vita. Ma servendomi di esso!  I miei studenti dovevano avere ben chiaro in mente un concetto importantissimo: mai esasperare la propria immagine per scimmiottare personaggi famosi! Per farlo il docente deve diventare esso stesso influencer, l’influencer di classe, in grado di rendere i social un ponte per comunicare con le giovani generazioni e indirizzarle su quelle strade che accendono la curiosità verso il sapere e la conoscenza».

Un libro per docenti, studenti, educatori e per tutti coloro che hanno a cuore il mondo della scuola e delle giovani generazioni. Ampio spazio dedicato anche alla didattica a distanza. «Siamo stati chiamati ad affrontare la sfida della didattica a distanza e tale cambiamento ha avuto senza dubbio un impatto molto forte sulla quotidianità di ognuno di noi – continua l’autore - Insegnare a distanza ai tempi del Coronavirus non è stata una passeggiata ma, nonostante le mille difficoltà, è stato comunque possibile».

Luigi Novi descrive nel libro l’altra faccia della Dad, il backstage, il dietro le quinte di un inedito modo di fare scuola «capitatoci tra capo e collo con la violenza di una frustata improvvisa».

Uno scritto che si presenta con il tono dimesso di chi, spogliandosi da velleità letterarie e saggistiche, tenta solo di raccontare “giorni di scuola”.

«La scuola italiana – sostiene la scrittrice Maria Rossi - rinascerà da certe ceneri ormai ossidate, solo grazie a questi nuovi “maestri” che, mentre postano foto e raccolgono followers, proteggono dalla minaccia del tempo Adulto il fanciullino indifeso, nascosto nel loro animo e allevano quello ancora vivo e pulsante nell’animo degli allievi che hanno di fronte. E ritorneranno i Pascoli, i Foscolo e i Leopardi».