Scafati: I SAPORI DEL FIUME, UNA TRADIZIONE SCAFATESE

L'appuntamento con la buona cucina nostrana tornerà anche in futuro
letto 1809 volte
mascalzone4.jpg
Sarà riproposta anche l’anno prossimo la Sagra de “I tradizionali sapori del fiume”, una due giorni di buon cibo, esibizioni tradizionali e tanta allegria. L’evento, patrocinato dal Comune di Scafati e organizzato dalla taverna Mascalzone di Scafati lo scorso 18 e 19 luglio ha riscosso un grande successo tra i cittadini scafatesi che...

hanno degustato comodamente le prelibatezze e i sapori del fiume di un tempo. Mezzi paccheri con gamberi di fiume, frittura di anguille e ammarielli, contorni di ogni specie e la melonata finale hanno sorpreso piacevolmente gli amanti del pesce e della buona cucina. <<E’ stata un’esperienza bellissima – ha commentato Nando Vaccaro il proprietario della taverna Mascalzone – da ripetere, insieme agli amici che ci hanno dato tutta la loro disponibilità. Un lavoro di squadra che alla fine ha dato i suoi frutti. Un ringraziamento particolare va anche all’amministrazione comunale nella persona dell’assessore allo Spettacolo Cristoforo Salvati e del Sindaco Pasquale Aliberti ai quali abbiamo consegnato una targa simbolo di questa prima edizione>>. Una prima edizione che ha ottenuto più di duemila consensi da parte dei cittadini scafatesi nelle due serate trascorse presso Corso Trieste, una stradina allestita per l’occasione con tavoli e sedie, stand gastronomici e un palco dove a rotazione si sono esibiti vari artisti dalle melodie trascinanti e coinvolgenti come la “Paranza D’O Lione” e un gruppo proveniente dalla classica “Tammorra Napoletana”. Una riscoperta delle tradizioni in toto, che ha consentito ai cittadini accorsi all’evento di esibirsi liberamente in danze folkloristiche e di apprezzare i prodotti che la città di Scafati offre. Un occasione in più per dare la giusta valorizzazione alle piccole tradizioni che fanno grande una città. Un evento, che insieme ad altri potrà riportare in auge le tradizioni e la cultura del proprio territorio a Scafati, richiamando l’attenzione anche dei paesi limitrofi.<< La manifestazione incentrata sui sapori tradizionali del fiume – ha concluso il proprietario della taverna Mascalzone – rappresenta un buon auspicio per il futuro affinchè il fiume Sarno possa tornare pulito come un tempo>>. Francesca Cutino