SCAFATI, OSPEDALE "MAURO SCARLATO", IL SINDACO ALIBERTI SCRIVE AL MINISTRO DELLA SALUTE ORAZIO SCHILLACI: "SITUAZIONE GRAVISSIMA, INTERVENGA PER GARANTIRE IL DIRITTO ALLA SALUTE DEI CITTADINI SCAFATESI"

La missiva segue, in ordine di tempo, l'ordinanza con la quale il primo cittadino di Scafati aveva intimato all'Asl e alla Regione Campania la riapertura del punto di Primo Intervento presso il 'Mauro Scarlato' e la formale denuncia sporta dinanzi ai carabinieri.
letto 141 volte
schillaci-sanita-ministro-salute-lapresse-2023-640x300.jpg

Scafati (Sa), 5 dicembre 2023 – Questa mattina il Sindaco Angelo Pasqualino Aliberti ha inviato una nota al Ministro della Salute Orazio Schillaci (nella foto in altoper denunciare la battaglia che da mesi sta conducendo per la riapertura del primo soccorso presso l'Ospedale 'Mauro Scarlato'.

Nella missiva, indirizzata anche al presidente della XII Commissione parlamentare “Affari Sociali e Salute”, on. Ugo Cappellacci, il primo cittadino di Scafati ha segnalato il decesso di due cittadini scafatesi protagonisti di altrettanti recenti fatti di cronaca riconducibili alla mancanza di un adeguato servizio di emergenza sul territorio, l'ordinanza sindacale con la quale aveva intimato all'Azienda Sanitaria Locale di Salerno e alla Regione Campania l'immediata riapertura, presso il PO di Scafati, del Punto di Primo Intervento e, in ultimo, la formale denuncia sporta nei confronti dell'Asl di Salerno e della Regione Campania per i reati di omicidio colposo (art. 589 codice penale) e di inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità (art. 650 codice penale). 

La nostra battaglia - ha dichiarato il Sindaco Angelo Pasqualino Aliberti - per il diritto alla salute dei cittadini scafatesi, ma anche dei tanti cittadini dei paesi limitrofi che potrebbero beneficiare del servizio, deve continuare. Ho scritto pertanto al Ministro della Salute, Orazio Schillaci e al Presidente della XII Commissione Affari Sociali e Salute, on. Ugo Cappellacci, per esprimere tutta la mia preoccupazione rispetto alla mortificante situazione dell'ospedale Mauro Scarlato e all'assenza dell'emergenza nel nostro territorio, affinché si intervenga immediatamente per porre una soluzione ad una situazione insostenibile e garantire quegli standard qualitativi relativi ai servizi di base e di emergenza necessari a tutelare l’inalienabile diritto alla salute sancito dalla Costituzione della Repubblica Italiana”.