POMPEI, AMMINISTRATIVE 2017, INTERVISTA A RAFFAELLA DI MARTINO CANDIDATA NELLA LISTA “AMICI, INSIEME PER POMPEI” CON PIETRO AMITRANO SINDACO

Tre sono le sue premesse più importanti: una politica onesta e trasparente, informazione e partecipazione, giovani ed idee nuove
letto 4577 volte
di-martino.jpg

E’ una giovane dalle idee chiare Raffaella Di Martino. Non è proprio giovanissima, ma sicuramente è giovane della politica. Ha 38 anni, è pompeiana verace, nata il 23/07/1979, ha conseguito la laurea in conservazione dei Beni Culturali. E’ sposata con Valentino Battello ed ha due figli che ama tantissimo, Francesco e Martina. 

Ha una esperienza lavorativa di una certa responsabilità, poiché lavora da anni nella grande azienda di famiglia che si occupa di import ed export di fiori. Cura da sempre i rapporti con i clienti e tutto ciò che concerne la contabilità. E’ un lavoro faticoso, fatto di tante responsabilità, ma che allo stesso tempo l’affascina, anche perché le permette di essere a contatto tutti i giorni con tanta gente diversa. 

MEZZOSTAMPA: Ma l’idea di candidarti in una città complessa come Pompei, dalle tre anime: Chiesa, Comune e Scavi, come ti è passata per la mente? 

RAFFAELLA DI MARTINO: “L'idea di candidarmi a consigliere comunale nella mia città è frutto di tanti ragionamenti maturati nel tempo. Ragionamenti che sono iniziati quando ebbi modo, per la prima volta, di affacciarmi e avvicinarmi al mondo della politica, seguendo con impegno la candidatura prima e poi l’elezione di mia cognata al Consiglio Comunale di Scafati. Ho vissuto al suo fianco momenti di forti emozioni, che oggi mi hanno portata alla decisione di candidarmi, di mettermi in gioco, di metterci la faccia”. 

MEZZOSTAMPA: Come è stata presa questa decisione dai tuoi parenti e amici? 

RAFFAELLA DI MARTINO: “I miei parenti sono stati subito solidali, mentre molti amici e conoscenti mi hanno chiesto il perché di questa decisione, perché non continuare a lavorare dietro le quinte come ho sempre fatto, ebbene, ho risposto loro che non ho assolutamente intenzione di stare a guardare passivamente il futuro della mia città nelle mani di persone incapaci e con poca voglia di fare, di costruire per il bene della città e dei suoi abitanti”. 

MEZZOSTAMPA: Quali sono state le tue motivazioni, perché una donna che gestisce un’azienda, madre di due figli, si vuole lanciare in un mondo difficile, come la politica? 

RAFFAELLA DI MARTINO: “Sento il bisogno di entrare in campo, di offrire incondizionatamente le mie capacitá, il mio tempo, le mie idee, le mie passioni a tutti coloro che amano pompei e che desiderano vederla rivivere. Risplendere. Non posso restare a guardare indifferente davanti ai continui stupidi teatrini politici. Pompei necessita di un cambiamento e questo cambiamento è possibile dentro la cabina elettorale con la matita in mano. E concludo dicendo che non ho una famiglia potente alle spalle, ma ho dalla mia parte qualcosa che forse non molti hanno: onestà, voglia di fare, capacità, determinazione, amore e passione per la mia città”. 

MEZZOSTAMPA: Siamo certi che i Pompeiani l’11 Giugno sapranno scegliere i propri rappresentanti con senso di responsabilità, Da parte nostra siamo sicuri che i pompeiani veri, quelli che vogliono il bene della città, ti accorderanno la loro fiducia. In bocca al lupo!!