SCAFATI, CDA AZIENDA CONSORTILE, FORMISANO: "NON USATE LE POLITICHE SOCIALI PER DIVIDERVI LE POLTRONE"

letto 169 volte
9-formisano-300x336.jpg

"Poco più di un mese fa, il Consiglio Comunale votava il regolamento dell'Azienda Consortile. Oggi, quello stesso regolamento, arrivato in Consiglio per ben due volte, sembra essere superato. Pochi giorni fa, con mia sorpresa, leggo sul portale del Comune di Scafati, la pubblicazione di un bando per <<l'individuazione di un componente di nomina sindacale nel consiglio di amministrazione dell'azienda Speciale 'Comunità Sensibile'>>.

Premesso che da regolamento approvato la nomina del cda dell'Azienda spetta all'assemblea consortile, non capisco la funzione di questo bando nel quale si parla, invece, di una nomina sindacale, non vorrei certificasse pubblicamente un accordo tra i componenti della costituenda assemblea, incompleta ovviamente al momento, viste addirittura le elezioni in corso a Corbara e Sant'Egidio del Monte Albino. Sarebbe una cosa gravissima se in tempo di elezioni, Scafati insieme agli altri comuni, addirittura quelli che sono al voto in questo momento si fossero spartiti le nomine all'interno della 'Comunità Sensibile'. Mi chiedo, inoltre, se il bando in questione sia reale e se sia giusto portare nel cda dell'azienda Consortile, una persona, che pur non avendo i requisiti migliori, risponde però a delle esigenze politiche. Con le politiche sociali non possiamo essere così superficiali".