AMMINISTRATIVE, PATRIARCA (FI): NUOVE NOMINE A ISCHIA, MARANO E MARIGLIANO. LA COMMISSARIA PROVINCIALE DEL PARTITO AZZURRO: "SIAMO PRONTI ALLA SFIDA ELETTORALE"

letto 208 volte
annarita-patriarca-1024x576-copia.jpg

«Forza Italia si riorganizza in provincia di Napoli e lo fa valorizzando le straordinarie risorse che da sempre vedono nel nostro partito e nel suo leader, Silvio Berlusconi, il punto di riferimento irrinunciabile e insostituibile dei moderati. A Marano, Ischia e Marigliano abbiamo voluto affidare la guida del partito a donne e uomini che si sono contraddistinti per impegno, capacità e passione a coronamento di un lungo e silenzioso lavoro svolto in questi mesi».

Ad annunciarlo è Annarita Patriarca, deputata di Forza Italia e commissaria provinciale del partito azzurro.

«A Marano il nuovo coordinamento cittadino è composto da Castrese Alfiero, Rosa Mallardo e Aniello Cecere – aggiunge la Patriarca – mentre Giovanbattista Castagna è stato indicato quale delegato per tutta l'isola d'Ischia; una terra che è nel cuore di tutti noi e che sta coraggiosamente rialzandosi dopo la drammatica alluvione del novembre scorso. Siamo certi che il grande lavoro sul territorio di Giovanbattista Castagna saprà dare rinnovato slancio e nuova forza propulsiva al partito  concorrendo, in misura determinante, al riscatto dell'isola verde. A Marigliano, invece, abbiamo individuato in Giuseppe Palladino il nuovo coordinatore cittadino, al quale rivolgiamo, così come a tutti, auguri di buon lavoro».

«Forza Italia è viva, presente e organizzata sui territori e vive con entusiasmo una nuova stagione in cui il desiderio di fare politica coinvolge non solo i quadri e i militanti, ma soprattutto i cittadini. Confermandosi una vera e autentica forza moderata e liberale, il nostro partito sta operando con dedizione e impegno anche in vista dell'appuntamento elettorale delle prossime amministrative. Il coordinamento provinciale ha lavorato, in quest'anno, a stretto contatto con quello regionale avendo come stelle polari l'allargamento e il massimo coinvolgimento nella partecipazione democratica di quanti credono nella nostra visione politica e nel nostro leader Silvio Berlusconi».