GAMBINO IN LISTA PER LA COMPETIZIONE REGIONALE

Dopo la condanna per peculato, è ufficialmente candidato
letto 2486 volte

?Il Popolo della Libertà, da partito garantista quale è, nonostante quanto accaduto nelle ultime ore, ha deciso di candidarmi?. Queste, le prime parole di Alberico Gambino dopo la condanna in secondo grado per peculato. Fino a ieri sera, l?ex sindaco di Pagani e Fernando Zara erano dati per esclusi, in virtù del codice etico che il Pdl si è dato a livello nazionale. Ma ora le carte sono cambiate, Zara e Gambino parteciperanno alla competizione elettorale. ?Sono emozionato e commosso. Desidero ringraziare il Presidente Berlusconi, i Coordinatori Nazionali e soprattutto il Coordinatore Regionale, Onorevole Nicola Cosentino, ed il Presidente della Provincia di Salerno, Onorevole Edmondo Cirielli, che hanno sostenuto fortemente la mia discesa  in campo. La loro fiducia e la loro stima mi riempiono di orgoglio e mi spingono a continuare ad impegnarmi al massimo delle mie forze per il riscatto della nostra amata Regione al fianco del candidato Presidente Stefano Caldoro?. Dopo la reazione a caldo delle 22,00 di ieri sera, questa mattina, è arrivato il commento riflessivo e ragionato del candidato alla Regione. ?In questi mesi, in queste ore, per me difficili soprattutto da un punto di vista emotivo, sono rimasto deluso dalla cattiveria di alcune persone che hanno cercato di strumentalizzare la mia vicenda, che hanno fatto di tutto per screditarmi. Fortunatamente, però, esistono ancora persone animate da valori e da principi sani. Sono quelle persone che nel corso di questi giorni sono sempre state pronte ad infondermi speranza, fiducia, serenità, affetto. Gli attestati di stima e gli incitamenti ad andare avanti non mi sono mai mancati. Anzi, ho ricevuto migliaia di messaggi di solidarietà e di vicinanza. Ed, oggi, in questo giorno per me particolarmente significativo che segna la mia discesa in campo alle elezioni regionali per amore della nostra provincia, sento il bisogno di ringraziare tutti coloro che sono stati al mio fianco: i cittadini di Pagani e dell?intera Provincia di Salerno, i compagni d?avventura, gli amici, i rappresentanti del mondo politico istituzionale che non mi hanno mai abbandonato, che mi hanno sempre fatto sentire il calore del loro sostegno Un ringraziamento di cuore alla mia famiglia che ha sostenuto ogni mia scelta, che è stata sempre al mio fianco. Un ringraziamento ed un plauso vanno al mio collegio difensivo che, ieri, in aula, ha analizzato la mia posizione in maniera magistrale, evidenziando che ho agito solo nell?interesse della comunità che rappresento: al professore Franco Coppi, avvocato di fama nazionale ed internazionale che mi ha dato l?onore della sua difesa, all?avvocato Michele Tedesco, professionista dalle grandi doti umane e professionali. Un ringraziamento di cuore, infine, alla studiosa di diritto Valeria Rainone, che, in questi mesi, ha seguito la mia vicenda al fianco del professore Coppi. Mi è stata vicina con il cuore, davvero come una sorella. Insieme a loro, rimasti delusi dal verdetto della Corte d?Appello,  ricorrerò subito in Cassazione per dimostrare la mia innocenza. Ho scelto, fin dall?inizio, il rito abbreviato per non sottrarmi ad alcun giudizio e continuerò ad andare avanti, perché sono innocente e perché, nonostante tutto, continuo a credere fermamente nella giustizia?.