GIVOVA SCAFATI BASKET ESORDIO CASALINGO IN CAMPIONATO CONTRO LUX CHIETI

INTANTO GRADITO RITORNO IN GIALLOBLU’: INGAGGIATO A GETTONE JOSH JACKSON
letto 101 volte
givova-scafati-urlo-4151-.jpg

Domenica 29 novembre, ore 18:00, prima partita casalinga in campionato della Givova Scafati. Il team salernitano proverà a bissare il successo dell’esordio stagionale in serie A2 sul parquet della Stella Azzurra Roma, affrontando al PalaMangano la Lux Chieti, che non è scesa in campo nel turno precedente, in virtù del rinvio della sfida contro Cento, fermata dal Covid-19.
Ancora senza pubblico per via delle restrizioni governative in tema di prevenzione da contagio, la sfida vedrà opposte due compagini reduci da un periodo di preparazione ben diverso: se infatti i padroni di casa, con l’organico al completo, si accingono a disputare la loro ottava partita ufficiale in questa stagione, per i viaggianti si tratta invece della terza gara ufficiale: circostanza questa che potrebbe costituire un elemento chiave della contesa, al di là di tutte le valutazioni tecniche ed atletiche sulla composizione dei due organici.

L’AVVERSARIO
La Lux Chieti è allenata da una vecchia conoscenza del PalaMangano: coach Domenico Sorgentone, infatti, è stato l’autore della promozione in serie A2 Silver durante la stagione 2013/2014, nella quale la società dell’Agro è ripartita dalla Divisione Nazionale B, scambiando il titolo sportivo con Trapani. Un altro importante ex sarà della contesa: l’ala piccola Santiangeli, infatti, ha indossato per ben due stagioni (2016/2017 e 2017/2018 in serie A2) la casacca gialloblù. Oltre a lui, il quintetto base della formazione biancorossa si compone dell’esperto playmaker Piazza, della guardia statunitense Williams (con importanti trascorsi alla Fortitudo Agrigento), dell’ala grande lituana Sorokas (proveniente dalla massima serie) e del centro Bozzetto, veterano della categoria. Anche la panchina si compone di ottimi elementi, come il playmaker Meluzzi, l’ala grande Ihedioha, il centro italo-estone Mitt, l’ala piccola Sodero ed i giovani Favali (guardia) e Migliorelli (playmaker).

LE DICHIARAZIONI
Coach Alessandro Finelli: «Le sei vittorie consecutive conquistate tra SuperCoppa e campionato accrescono la fiducia e l’autostima del gruppo in questa fase iniziale della stagione, ma abbiamo ancora tanta strada da percorrere con la giusta “cazzimma” e determinazione di chi sa di essere solo all’inizio di un percorso. Siamo felici di esordire finalmente in campionato al PalaMangano e ci dispiace moltissimo non poter giocare la sfida dinanzi ai nostri tifosi, perché proprio in un momento come questo si sarebbe potuto creare un grandissimo entusiasmo sul campo e rendere il PalaMangano ancor più un fortino. Purtroppo ormai ci stiamo abituando a fare a meno dei nostri supporters, che potranno sostenerci solo da lontano, guardandoci giocare in diretta streaming. Per questo esordio casalingo in campionato affrontiamo Chieti, che non ha giocato la prima di campionato per via del caso covid-19 scoppiato a Cento e, inoltre, è scesa in campo in sole due gare nel proprio mini-girone di SuperCoppa, che si componeva di tre squadre e, pertanto, è da parecchio tempo che non disputa una gara dall’agonismo vero. Ha un quintetto di veterani, con la coppia Piazza – Williams che ad Agrigento cinque anni fa ha perso la finale per la massima serie contro Torino, poi c’è un ex come Santiangeli dotato di grandi capacità realizzative, un’ala forte che conosce bene la serie A2 italiana come Sorokas, il quale, in coppia con Bozzetto, completa una coppia di lunghi esperta ed un quintetto di grande affidabilità. Il nostro obiettivo è quello di cercare continuità offensiva sui 40’, perché, controllando i rimbalzi difensivi e con una difesa costante per tutto l’arco della contesa, possiamo trovare energia e fiducia in campo aperto nei primi secondi dell’azione, grazie ai recuperi ed ai rimbalzi: potrebbe essere questa la chiave di lettura del match».

L’ala grande Valerio Cucci: «Stiamo attraversando un buon momento di forma, c’è grande entusiasmo nello spogliatoio e questo si manifesta anche negli allenamenti di questa settimana. Non è facile tenere alta sia la concentrazione che la competizione così come invece stiamo facendo, dopo diverse vittorie di fila. La SuperCoppa ed i sei successi consecutivi ci hanno messo nella condizione di partire con il piede giusto e vogliamo proseguire in questa stessa direzione, anche in questo esordio casalingo contro Chieti domenica sera. E’ da tanto che i nostri prossimi avversari non disputano una gara ufficiale, però non dimentichiamoci il valore di una formazione di buon livello, che può fare bene in questo campionato ed è dotata della giusta esperienza di alcuni uomini del proprio roster, come Santiangeli, miglior italiano della passata stagione, Piazza, Williams e Sorokas, che in serie A2 hanno tanti anni di militanza. Non sarà facile, ma vogliamo vincere questo incontro per battezzare con un successo l’esordio casalingo, anche in assenza del nostro pubblico. Difesa aggressiva e concentrazione sui 40’ potranno essere le nostre armi vincenti, ma serve anche ordine e continuità in attacco, voglia di passarci la palla, controllo dei rimbalzi e contributo da parte di tutti: solo in questo modo potremmo proseguire in maniera convincente il nostro cammino stagionale».

I MEDIA
La partita sarà trasmessa in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio in abbonamento prepagato “LNP Pass” a questo link: https://lnppass.legapallacanestro.com/).

Aggiornamenti in tempo reale saranno resi noti attraverso la pagina Facebook ufficiale del club e tutti gli altri canali social (Telegram, Instagram e Twitter).
Inoltre, sarà possibile assistere alla visione della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21:00) e mercoledì (ore 15:00).


Subito dopo l’infortunio di Randy Culpepper occorso nella parte terminale dell’allenamento serale di mercoledì, lo staff sanitario della Givova Scafati ha tempestivamente sottoposto l’atleta statunitense ad una serie di indagini ed accertamenti diagnostici finalizzati a definire l’entità dell’infortunio ed i conseguenti tempi di recupero. L’equipe medica gialloblù, ad una prima analisi, ha stimato un medio-lungo periodo di stop forzato tra degenza e completo recupero del giocatore
Pertanto, al solo fine di poter comunque disporre di un organico completo per le prossime gare in calendario, a partire da quella di domenica 29 novembre contro Lux Chieti, la dirigenza ha deciso di ingaggiare un atleta noto sia al tecnico che alla società e quindi in grado di familiarizzare in tempi brevissimi sia con i dettami tecnico tattici di squadra che con l’ambiente circostante.
Da questa volontà è nata e si è concretizzata l’idea di riportare sulle sponde del fiume Sarno, con un contratto a gettone, il cestista di origini statunitensi e di nazionalità maltese Darryl Joshua Jackson.
La guardia, classe 1985, dopo il Warmer Pacific college, nella stagione 2008/2009 volava in Romania per militare nelle fila dell’Energia Rovinari Targu Jiu, in massima divisione. In serie A rumena giocava anche nelle successive due stagioni: prima a Pitesti e poi alla Steaua Bucarest, partecipando anche alla Fiba Eurochallenge. Nel 2011/2012 approdava a Cipro, dove restava una sola stagione, ma tanto bastava per vincere il campionato con la maglia dell’Etha Engomis di Nicosia. La stagione successiva si trasferiva in Germania e giocava la Bundesliga con la casacca del Ludwigsburg. Iniziava la stagione 2013/2014 nel massimo campionato georgiano con il Sukhumi, che però lasciava a dicembre, prima di trasferirsi in Italia e rimanerci a lungo. La sua avventura nello Stivale iniziava con l’Enel Brindisi (serie A), con cui però disputava solo sei partite. Nel 2014/2015 scendeva di categoria ed approdava in Legadue ai Roseto Sharks, dove si metteva in mostra con 15,4 punti di media in 21 gare. Sempre nella seconda categoria nazionale, la stagione successiva, indossava la canotta dell’U.C.C. Casalpusterlengo, dove si metteva in mostra con una media di 17,2 punti a partita ed il 47,4% di realizzazione da tre punti. L’ottimo campionato disputato gli valeva la chiamata in massima serie, nella stagione 2016/2017, dalla Juvecaserta, dove però non trovava molto spazio (8,4 minuti di media e 2,7 punti di media in 12 partite giocate), motivo per cui accettava di buon grado di scendere di categoria e militare nelle fila della Givova Scafati (18,9 punti di media in 17 partite). Più o meno la stessa media (18 punti) ha conservato poi la stagione successiva con la maglia di Forlì (sempre in serie A2) in 30 gare disputate. La stagione 2019/2020 iniziava invece in Argentina con il Penarol Mar del Plata (2 partite e 11,6 punti di media) e poi faceva ritorno nuovamente nel Belpaese, nella seconda categoria nazionale, per vestire la casacca di Bergamo, dove ha viaggiato a 15,3 punti di media in 8 gare disputate.
 
Dichiarazione di coach Alessandro Finelli: «Innanzitutto voglio ringraziare la dirigenza e la proprietà per avermi messo a disposizione in meno di 24 ore un atleta di importante caratura tecnica come Darryl Joshua Jackson, che ci permetterà, sin dal prossimo incontro, di disporre di un organico al completo e di sopperire all’assenza per infortunio di Culpepper. Conosco molto bene Jackson, che ho già allenato. Lui, tra l’altro, conosce molto bene la città di Scafati e la società, in virtù della sua precedente militanza, per cui mi attendo che non farà molta fatica ad inserirsi nei giochi e nel contesto di squadra».